Si chiama Noah la city car costruita con lino e zucchero

Una macchina costruita da studenti universitari a partire da lino e zucchero: si tratta della city car elettrica Noah, vero esempio di economia circolare nel settore delle automobili sostenibili

Un nuovo esempio di economia circolare e sostenibilità grazie al lavoro degli studenti olandesi dell’Università tecnologica TU EIndhoven: si tratta di una city car elettrica realizzata con lino e zucchero, che ha già fatto il suo debutto mondiale ed è pronta a girare il mondo.

Noah, il nome dell’automobile, è a due posti ed è totalmente elettrica. Gli interni, così come la carrozzeria e il telaio, sono stati realizzati in biocomposito in cui il lino è un legante. Invece la matrice di polipropilene è stata sostituita con una in zucchero: niente plastica, e quindi solo materiali rinnovabili per il biocomposito, grazie al quale la macchina è composta quindi al 90 per cento da elementi sostenibili. Anche il telaio è totalmente riciclabile, realizzato totalmente in lino e zucchero con una struttura a nido d’ape.

--pubblicità--

Obiettivo durante tutto il processo di progettazione di Noah (iniziato a settembre del 2017) è stata la sostenibilità con il riciclaggio usato come parola chiave dal team di Ecomotive che lo ha tenuto presente anche in fase di design e progettazione, con il motto “costruire un’auto che sia sostenibile in tutte le sue fasi della vita”. Grazie a questo, la city car può essere considerata la prima auto davvero circolare in tutto il mondo: pesa solo 350 kg e quindi è anche una delle più leggere, inoltre è alimentata a batterie, con la possibilità di raggiungere una velocità di 100 km con 240 km di autonomia. L’auto è già idonea per la guida su strada, e ottenute le certificazioni potrà essere venduta in tutta Europa.

Photo credit: Pixabay.it/@Ecomotive

LEGGI ANCHE: