L'artista giapponese che trasforma le musicassette usate in tessuto

Un modo innovativo per riciclare il nastro magnetico delle musicassette vecchie: una designer malesiana ne crea un tessuto con cui realizzare accessori e oggetti

Il problema dei rifiuti elettronici è uno dei più complicati da gestire, ma un’artista malesiana ha trovato una soluzione per quanto riguarda il riciclo delle vecchie musicassette. Jessica Yi Xin Chuan, in arte JJ, ha inventato infatti un nuovo tessuto a partire dal nastro magnetico delle audiocassette vecchie. Raccoglie nel suo studio di Singapore mucchi di audiocassette, estrae i nastri e, incrociando trama e ordito, crea un nuovo tessuto in poliestere dando vita al MusicCloth.

L’idea di riciclare le musicassette è del 2016: dopo mesi di ricerca ed esperimenti con le cassette di amici e parenti, l’artista ha lanciato tre campagne su Kickstarter per distribuire le prime opere realizzate con l’innovativo tessuto e raccogliere fondi. Vi riesce raccogliendo anche migliaia di audiocassette che le vengono inviate da ogni parte del mondo. Inizia così a realizzare con il MusicCloth sciarpe, agende, ritratti e mappe geografiche, insieme a molti altri oggetti.

--pubblicità--

L’obiettivo di JJ è quello di sensibilizzare le persone al riciclo, aumentare la consapevolezza dell’upcycling. Non sempre bisogna buttare un oggetto perché rotto o perché ha perso la sua utilità: “possiamo elevare oggetti di uso quotidiano a opere d’arte grazie al riciclo creativo, ricordandoci che osservare l’altro lato dell’esistenza è l’essenza dell’arte”, racconta l’artista, che si definisce una globalista artefice del cambiamento e custode della memoria. Definisce la sua idea un progetto, ma non un business globale, perché ciò che le interessa riciclando le musicassette non è il guadagno in sé, la promozione del prodotto, il suo prezzo, ma la tutela delle persone e del pianeta.

Photo credit: @Rehyphen

LEGGI ANCHE: