Hotaru, la doccia a basso consumo da mettere in valigia

Una doccia che consuma solo 5 litri di acqua, che permette dunque di non sprecarne portandola con sé anche in viaggio: si chiama Hotaru e arriva dal Giappone

Come lavarsi in campeggio, o quando si fa una vacanza in camper? La soluzione è una doccia che ricicla l’acqua, sprecandone solo 5 litri ma permettendo l’utilizzo come se ne avesse a disposizione 160: si chiama Hotaru ed è una doccia off-grid che arriva dal Giappone che appunto permette di non sprecare acqua, risparmiandone il 95 per cento mentre ci si lava e mantenendo allo stesso tempo un flusso costante di acqua.

Per questo Hotaru è più conveniente delle docce portatili che esistono in commercio: è costituita da una tenda in nylon e un serbatoio in plastica che contiene appunto solo 5 litri di acqua, che vengono recuperati, purificati e rimessi in circolo: dei sensori mantengono incontaminata l’acqua e quindi gli stessi litri di acqua permettono ad una famiglia di tre persone di lavarsi per cinque minuti al giorno per ben due settimane. Il sistema infatti permette la raccolta dell’acqua dallo scarico, che viene poi pompata e filtrata: i filtri dei depuratori devono essere cambiati ogni due mesi.

--pubblicità--

La doccia portatile Hotaru è stata pensata principalmente per le persone che viaggiano, soprattutto in campeggio, tenda, e camper, ma il risparmio di acqua è così alto che potrebbe essere utilizzata da chiunque anche nelle proprie case. Il suo concetto di base infatti è quello di poter vivere, portando con sé in ogni luogo l’acqua, ma di farlo in modo sostenibile, senza sprecarla, senza inquinare. Il costo di Hotaru si aggira intorno ai tremila dollari.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: