Edimburgo, debuttano in strada i taxi inglesi elettrici

Nella cittadina scozzese di Edimburgo sono entrati in servizio i primi taxi inglesi elettrici: silenziosi ed ecologici, sono della flotta di TX eCities. Vengono venduti a rate ai tassisti locali

Hanno debuttato a Edimburgo i primi “cabbie” a zero emissioni: sono infatti entrati in servizio i taxi inglesi elettrici della flotta TX eCities, prodotti dalla LEVC e distribuiti dalla Union Motor Company. Si tratta dei classici taxi inglesi, neri, con la classica forma squadrata nota a tutti, dotati di un pacco di batterie che garantiscono una autonomia di 130 km. A bordo inoltre sono dotati di un generatore di benzina per innalzare l’autonomia del veicolo e percorrere 607 km, per permettere ai clienti di arrivare anche in altre città.

Il mezzo è omologato per sei passeggeri, prevede una rampa estraibile per l’ingresso agevole delle carrozzine per disabili, dispone di un sistema di controllo interno della qualità dell’aria con un depuratore che blocca le sostanze nocive provenienti dall’esterno. Il confort è garantito da hot spot per la connessione a internet e prese per ricaricare telefoni e tablet.

--pubblicità--

Come spiega il CEO di LEVC, Chris Gubbey, “il nostro scopo era realizzare un taxi focalizzato sulle necessità dei passeggeri, che in assoluto fosse il più sicuro, pulito, confortevole e silenzioso”. I taxi sono in vendita ai tassisti locali con una vendita a rate mensili di circa 708 sterline, con un leggero sovrapprezzo rispetto allo stesso modello a gasolio, con un rincaro però compensato dal risparmio sul carburante. Oltre che dalle mancate emissioni nocive per l’ambiente.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: