Usa la zuccheriera: la campagna contro le bustine di zucchero al bar

Una semplice bustina di zucchero, quella per dolcificare caffè e cappuccino al bar, produce ogni anno ben 40 milioni di chili di rifiuti che non verranno smaltiti. La soluzione? Viene proposta dalla campagna “Usa la zuccheriera” contro l’inquinamento causato dalle bustine di zucchero

Un gesto tanto semplice quanto quello di zuccherare con le classiche bustine caffè e cappuccino al bar, è in grado in realtà di generare molti rifiuti, ben 40 milioni di chili non smaltiti, a causa delle bustine che vengono usate per metà e gettate nell’indifferenziata contribuendo ad aumentare l’inquinamento. Per questo motivo la Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi, ha lanciato la campagna “Usa la zuccheriera” che propone usa soluzione semplice e immediata.

Scopo della campagna è sensibilizzare tanto gli esercenti quanto i consumatori: la federazione è da sempre impegnata per la diffusione di una cultura del rispetto di cibo e ambiente tramite azioni concrete. Usare le bustine di zucchero, oltre a produrre rifiuti e sprecare prodotto, costa 64 milioni di euro in più tutti a carico di consumatori e pubblici esercizi: la zuccheriera al contrario permette di dosare perfettamente la quantità di cui si ha bisogno, senza sprecare prodotto e ovviamente la carta delle confezioni.

--pubblicità--

I vantaggi ci sono anche per la linea: la bustina, se usata intera, porta a consumare più zucchero del necessario: in caso contrario l’eccedenza diventa spreco. Una campagna che vuole dunque tutelare insieme l’ambiente e la salute dei consumatori, e che incita, se non proprio a eliminare lo zucchero dalle proprie bevande, a usare i dosatori con beccuccio in bar ed esercizi pubblici, e una zuccheriera con coperchio quando si prende il caffè in casa.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: