Perpetua, la matita ecologica e tecnologica che non finisce mai

Salvare materiali di scarto grazie ad una matita: si chiama Perpetua, la matita ecologica e tecnologica che permette il riuso di materiali destinati al macero. In più promette di essere eterna, perché scrive anche senza bisogno di temperarla

Una matita che già nel nome promette di essere diversa rispetto a tutte le altre: Perpetua, una matita infinita, eterna, più lunga delle matite tradizionali, che continua a disegnare anche se si spezza. Ma la sua vera particolarità è quella di essere ecologica unendo la tecnologia al rispetto per l’ambiente. Questo perché Perpetua rende possibile lo smaltimento di svariate tonnellate di grafite e di scarti industriali per la sua produzione, salvandole dal macero, e in più non è composta dalla classica struttura in legno.

Ogni matita infatti permette di salvare 15 grammi di materiale che non aveva altro destino se non quello del macero, appunto: permette un riuso creativo degli scarti tornando nella quotidianità delle persone, rispettando il pianeta. Esternamente è una matita nera elegante, dal design minimal e disponibile in una vasta gamma di colori sull’estremità finale, rotonda da un lato e piatta dall’altro, con una gomma colorata al termine, antitossica. La sua composizione prevede appunto lo Zantech, un materiale composto per l’80 per cento di grafite riciclata, e, a differenza di una matita tradizionale, se si spezza continua a disegnare. Questo perché mentre le matite tradizionali fratturano la grafite se cadono, e vanno quindi temperate, per Perpetua non succede. Si può temperare ovviamente, ma scrive anche senza punta.

--pubblicità--

Una matita ecologica dunque, che permette di salvare alberi e riciclare: il marchio è un brevetto europeo registrato e il processo produttivo si svolge tutto in Italia.

Photo credit: Perpetua.it

LEGGI ANCHE: