Svolta green per Asos: stop ad abiti con piume, seta e cashmere

La piattaforma di shop online Asos ha annunciato che non sarà più possibile trovare sul proprio sito prodotti di origine animale e quindi fatti con piume, seta, cashmere e mohair: una decisione animalista a partire dal 2019

Svolta ambientalista per Asos: la nota piattaforma di shop online famosa in tutto il mondo ha infatti annunciato che a partire dal gennaio 2019 bandirà dal proprio sito quasi tutti i prodotti di origine animale. Non sarà più possibile trovare dunque abiti o accessori contenenti piume, set,a mohair e cashmere, cornom angora e madreperla. La decisione di questo cambiamento nella politica ambientale dell’azienda segue le diverse case di moda che già da tempo stanno imboccando la strada della sostenibilità.

Asos ha dunque accolto l’appello della Peta (People for the Ethical Treatment of Animals) per non utilizzare più il mohair e va ben oltre: “Nessun animale dovrebbe essere maltrattato per produrre capi venduti tramite qualsiasi dei siti di Asos. Tutti i prodotti di origine animale usati devono essere sottoprodotti dell’industria della carne provenienti da fornitori con buoni allevamenti”, ha dichiarato in una nota aziendale.

--pubblicità--

La Peta ha commentato come un successo l’annuncio della piattaforma sul proprio sito, dopo che con il suo appello aveva già colpito l’opinione pubblica e fatto fare un passo indietro di diversi marchi tra cui Zara, H&M, Gap, Topshop, per oltre 125 aziende, che hanno scelto di non vendere più capi in mohair. L’annuncio di Asos è solo l’ultimo arrivato in questo senso, ma si tratta di una decisione comunque importante perché coinvolge tutti i marchi che sono venduti sul sito, e la scelta viene in questo modo amplificata.

Photo credit: pixabay.it

LEGGI ANCHE: