Curiosità

La Terra è più calda rispetto a 15 anni fa: le conseguenze e l’impatto ambientale

Nel confronto tra energie disperse e assorbite, il calore trattenuto è in crescendo e procura effetti inevitabili

Rispetto a 15 anni fa, oggi la Terra trattiene più del doppio del calore; questo quanto emerso da un’analisi effettuata dalla Nasa e dalla Nooa (National Oceanic and Atmospheric Administration). Tutto ciò dimostra come siano ancora in atto cambiamenti climatici dall’inevitabile impatto ambientale. Lo studio, pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letter, indica che nel bilancio tra l’energie disperse e le energie trattenute, quelle assorbite sono in netto aumento dal 2004 al 2019.

In questo caso si parla di energia assorbita del Sole ed è registrato un forte squilibrio che sposta l’ago della bilancia, in maniera esponenziale, verso il calore trattenuto dalla Terra. Questo accumulo eccessivo di calore, tra le altre cose, porta anche ad un aumento delle temperature degli oceani e dell’atmosfera; in questo senso, la situazione ambientale e climatica si dirige verso un peggioramento.

Cause e conseguenze del surriscaldamento della Terra

Gli autori dello studio, hanno spiegato che del calore trattenuto dalla Terra il 90% finisce negli oceani e questo potrebbe portare, tra le varie conseguenze, anche ad un repentino scioglimento dei ghiacciai. Ma non solo, l’eccessivo accumulo di energie potrebbe portare anche all’acidificazione delle acque, con conseguenze devastanti sulla flora e la fauna marina e squilibri negli ecosistemi. Gli effetti non sono positivi nemmeno sulla terraferma, dove l’aumento delle temperature porta ad una maggiore presenza di vapore acqueo e temperature da record.

A causare questo eccesso di calore sono lo scioglimento dei ghiacci e la diminuzione delle nuvole; quest’ultime in particolare fungono da ‘filtro’ delle radiazioni solari riflesse dal Pianeta Terra. Inoltre, anche l’effetto serra ha un forte ascendete sul sovra riscaldamento; l’energia termica proveniente dal Sole si accumula nell’atmosfera terrestre e genera la presenza di alcuni gas (serra) che la intrappolano. Gli effetti potrebbero, dunque, danneggiare il Pianeta più di quanto si possa immaginare; per questo motivo, studi come quello effettuato negli Stati Uniti devono servire da monito e base per comprendere come intervenire.

LEGGI ANCHE: La Raccolta Differenziata: Lorenzo Baglioni presenta la sua nuova canzone

Back to top button