AlimentazioneRicette Vegane

Insalata di mele, cavolo verza e melagrana: leggera e dal gusto piacevole

La domenica abbiamo più tempo da dedicare alla nostra famiglia e il più delle volte ci piace rimanere qualche minuto in più seduti a tavola. La lasagna, le polpette o qualche piatto caratteristico della tradizione nostrana non possono certamente mancare durante il weekend. Oggi però è lunedì, si torna a lavorare ed il tempo stringe. Abbiamo dunque la necessità di rispettare le tempistiche della nostra pausa pranzo, che il più delle volte sono piuttosto ristrette. Ecco dunque una soluzione ideale: un’insalata fredda con mele, cavolo verde e melagrana.

Grazie a questa ricetta riuscirete a soddisfare le vostre papille gustative e conserverete del tempo utile da passare facendo qualche chiacchiera rilassante e bevendo un buon caffè. Vediamo insieme come i pochi passi da rispettare per creare la vostra insalata di mele, cavolo verza e melagrana.

Come preparare

Per la preparazione dell’insalata con mele, cavolo verza e melagrana avrete bisogno di pochissimi minuti e di un quantitativo esiguo di ingredienti. Munitevi dunque di 2 mele verdi di derivazione biologica, 300g di cavolo verza a cappuccio, mezza melagrana, 30g di uvetta,  due cucchiai di olio extravergine d’oliva, il succo di mezzo limone, una dose a vostro piacere di aceto di mele, un pizzico di sale ed una spruzzata di pepe bianco.

Iniziate la preparazione dell’insalata lavando e asciugando le mele con tutta la buccia. Fate altrettanto con il cavolo. Tagliate la frutta a fettine sottili e la verdura a listarelle con una forma regolare. Ammorbidite l’uvetta in una ciotola da budino con dell’acqua a temperatura ambiente, dopodiché scolate. Sgranate poi i semi della melagrana e sistemate tutti gli ingredienti all’interno di una boule.

Condite con l’olio EVO, il succo di limone e l’aceto. Infine aggiungete un pizzico di sale ed una spruzzata di pepe bianco. Prima di servire, lasciate insaporire la vostra insalata di mele, cavolo verza e melagrana qualche minuto all’interno del vostro frigo. Buon appetito!

 

LEGGI ANCHE: Come preparare la spanakopita: torta rustica di spinaci di origine greca

Back to top button