Come ci capita spesso di ripetere, al giorno d’oggi un’azienda non può esentarsi dal pensare ad un certo tipo di dinamiche. Banalmente, prendendo in considerazione il lato economico, il gioco sta tutto nel ridurre i costi di produzione: solo in questo modo sarà possibile incrementare i guadagni, scalando posizioni e conquistando una buona brand awareness.

Non passa però sempre tutto per i soldi. Sarebbe sbagliato non pensare a questi dal momento in cui si parla pur sempre di affari, ma in alcune fasi ciò che conta è l’esposizione giusta al pubblico. Questa passa sempre di più attraverso l’interesse alla questione ambientale. Qualche giorno fa vi avevamo parlato dei costumi prodotti con la plastica degli oceani: oggi tratteremo qualcosa di molto simile….

Uno spettacolo per gli occhi

La questione della raccolta differenziata coinvolge in primis le grandi metropoli. Barcellona è una di queste, frequentatissima dai turisti durante tutto l’arco dell’anno e sempre tra le apripista per i progetti eco-friendly.

--pubblicità--

Oggi vogliamo parlarvi di Fos, una startup che utilizza rifiuti plastici raccolti nel capoluogo catalano per produrre occhiali all’ultimo grido. La linea di montature è veramente molto interessante, ed appunto amica della natura. L’iniziativa nasce nel quartiere di Poblenou, uno dei più belli della città, a metà tra il porto e la celeberrima Rambla.

Come prevedibile, gli occhiali sono progettati in maniera tale che, una volta conclusa la loro utilità, possano essere smontati, smaltiti e riciclati. Non è tutto: nel momento in cui un paio di occhiali in disuso verrà restituito in negozio, si riceverà un buono sconto del 20% per l’acquisto successivo. Insomma, un progetto interessante e rispettoso della natura volto all’incentivare il riciclo e l’economia locale.