La situazione riguardante i cambiamenti climatici purtroppo si aggrava ogni anno di più. L’uomo, nonostante le prove di questo evento nefasto siano assolutamente tangibili, continua a non prendersi cura in maniera adatta del Pianeta su cui è ospite. Il senso di responsabilità dovrebbe salvarci da una fine che appare ormai quasi scontata, ma le speranze sono davvero poche.

Le temperature medie sono in continuo aumento in tutto il mondo, velocizzando un processo di eventi che, secondo natura, dovrebbe essere molto più lento. Qualche tempo fa vi avevamo riportato una statistica imbarazzante: il 2019 è stato il secondo anno più caldo di sempre su scala mondiale. Oggi questi dati sono stati implementati e si è scoperto qualcosa di ancora più terribile.

Spaventosamente reale

Forse occorrerebbe una visita di persona nei luoghi più interessati dai cambiamenti climatici per convincere ogni cittadino del mondo a fare la sua parte in questa “guerra”. Lo scioglimento dei ghiacci in Antartide per esempio è una di quelle cose di cui sentiamo parlare spesso, ma che non abbiamo mai visto con i nostri occhi.

--pubblicità--

In ogni caso, ogni anno il nichilismo aumenta osservando i dati che vengono riportati in merito all’aumento esponenziale delle temperature. Copernicus, il programma di osservazione della Terra dell’Ue, nel suo “rapporto sullo stato del clima” è stato abbastanza lapidario. Il 2019 è stato ufficialmente l’anno con le temperature medie più alte mai registrate sul suolo europeo.

Undici dei 12 anni più caldi nel nostro continente si sono verificati nell’ultimo ventennio. Insomma, parliamo di una situazione realmente ai limiti del concepibile. Speriamo che il lockdown e gli insegnamenti che ci ha dato possano interrompere questo trend disperato.