Ciò che l’uomo ha fatto rischia di essere un danno irreparabile. Lo diciamo di continuo, ma non ci stancheremo davvero mai. La questione è talmente semplice e banale che ci stupiamo di fronte alla negligenza che gli esseri umani hanno avuto di fronte ad un problema più che reale.

Non possiamo fingere che non sia mai accaduto nulla. Il nostro pianeta ci sta facendo scontare con gli interessi tutti i soprusi e la noncuranza che abbiamo avuto da diversi secoli a questa parte. I segnali sono molto chiari, ed i moniti lanciati da moltissimi ambientalisti sembrano aver spaventato davvero tutti.

La natura ha un suo equilibrio molto preciso, ed aver inficiato su questo rischia di scaturire conseguenze davvero irreparabili.

--pubblicità--

Anno da record

Quando parliamo di record, spesso ci riferiamo a notizie positive. In questo caso invece possiamo definire il tutto come qualcosa di allarmante. La NASA e la National Oceanic and Atmospheric Administration hanno condotto uno studio sulle condizioni climatiche che si sono verificate durante lo scorso anno, il 2019. Le agenzie americane hanno messo in luce il fatto che questo è stato il secondo anno più caldo della storia del nostro pianeta.

Da quando l’uomo calca la superficie terrestre molte cose sono cambiate. Grazie all’industrializzazione le tecnologie hanno avuto la possibilità di progredire ed il tenore di vita è migliorato. Ma non aver pensato ai rischi che si correvano attraverso i danni ambientali provocati, è stato uno sbaglio in tutto e per tutto.

Solo nel 2016 infatti le temperature medie registrate in tutto il mondo sono state maggiori rispetto al 2019. Ci auguriamo che con il passare degli anni questi dati possano cambiare.