Bologna, un bosco temporaneo in piazza Santo Stefano

Un’installazione ambientalista temporanea arrederà piazza Santo Stefano, a Bologna, con un suggestivo bosco: la firma è quella dell’architetto Mario Cucinella che ha ideato “Pollution”, visibile dal 23 fino al 28 settembre. Il bosco sarà la location per diversi eventi di carattere teatrale e musicale, riaccendendo l’attenzione sul rapporto fra uomo e ambiente attraverso le arti

Un suggestivo bosco, non nella sua collocazione classica ma nel cuore della città, con circa quaranta alberi che daranno un nuovo volto a piazza Santo Stefano, a Bologna: si tratta dell’installazione ambientalista che dal prossimo 23 settembre fino al 28 prenderà vita nella piazza bolognese, in occasione di Cersaie. L’installazione “Pollution”, i cui lavori inizieranno nei prossimi giorni, si renderà suggestiva location per diverse performance teatrali e musicali, dalla lettura dei versi di Baudelaire alla messa in scena di Cappuccetto Rosso: un bosco urbano per unire l’ambiente e l’uomo attraverso le arti.

L’innovativo bosco temporaneo di Bologna è ideato e progettato dall’architetto Mario Cucinella insieme alla sua SOS School of Sustainability; il progetto riprende la performance del 1972 “Pollution, per una nuova un’estetica dell’inquinamento”, quando 25 artisti furono chiamati a ridisegnare la piazza con installazioni di ceramica sempre a tema ambientalista, per accendere l’attenzione sui temi della sostenibilità.

--pubblicità--

L’edizione 2018 di “Pollution” invece vuole proporre una nuova riconciliazione tra l’uomo e la natura facendo convergere l’arte, l’architettura e il design: il bosco temporaneo in piazza Santo Stefano sarà una sorta di “rito di iniziazione, un gesto di ricostruzione del rapporto con la natura, una nuova prospettiva della relazione tra uomo e città.

Photo credit: pixabay.it

LEGGI ANCHE: