L'Auditorium di Parma insonorizzato con pneumatici riciclati

Una sala da concerto insonorizzata con pannelli realizzati con gomma di pneumatici ormai fuori uso: succede a Parma, dove il Centro di Produzione Toscanini si è reso protagonista di un bell’esempio di economia circolare

Il riciclo creativo può incontrare persino la musica classica: a Parma, una sala da concerto del Centro di Produzione musicale “Arturo Toscanini” è stata infatti insonorizzata utilizzando per le pareti dei pannelli fonoassorbenti realizzati con gomma riciclata proveniente da pneumatici ormai fuori uso.

Un sistema di insonorizzazione originale e sicuramente sostenibile che è stato possibile applicare all’auditorium di Parma grazie alla collaborazione tra la Fondazione Toscanini, la grande istituzione musicale nota nel campo della produzione lirica, e la Ecopneus, un grande consorzio per il riciclo degli pneumatici fuori uso, che hanno voluto effettuare l’insonorizzazione ecologica nella Sala Gavazzeni, ovvero la sala prove più grande del Centro di Produzione, di 400 metri quadrati per 5 metri d’altezza. Per l’intervento sono stati coinvolti Genesis e lo studio A+C Architettura e Città: i tecnici e gli architetti hanno rilevato che l’isolamento con gomma riciclata sarebbe stato perfettamente rispondente alle esigenze di una sala prove, cosa dimostrata poi nell’immediato utilizzo.

--pubblicità--

Tutto questo grazie alle caratteristiche della gomma che deriva dagli pneumatici, che è resistente ed elastica con grandi prestazioni di fonoassorbenza: un ottimo materiale per l’insonorizzazione degli edifici, già utilizzato in edilizia combinato con altri elementi per ottenere altre performance di isolamento acustico e per smorzare le vibrazioni. Dell’esperienza di Parma si dichiara dunque soddisfatto il Maestro Luigi Ferrari, Sovrintendente della Fondazione Toscanini: “abbiamo dimostrato che in Italia è possibile realizzare opere belle, utili e sostenibili sia ambientalmente che economicamente”.

Photo credit: Pixabay.it

LEGGI ANCHE: