Stand up paddle, lo sport acquatico del momento: ecco perché provarlo

Lo stand up paddle è lo sport acquatico del momento: a metà fra la canoa e il surf, c’è un vero e proprio boom di praticanti abituali, solo oltre diecimila in Italia

Uno sport che permette di passeggiare sull’acqua di fiumi, laghi e mari: è lo stand up paddle ed è al momento una delle discipline più amate tra chi pratica sport in acqua, al punto che al momento la mania che ha contagiato tutti conta oltre diecimila praticanti abituali soltanto in Italia. Ma di cosa si tratta?

Lo stand up paddle è una sorta di incrocio tra il surf e la canoa: si tratta di stare in piedi su una grossa tavola, remando con una pagaia. Nasce negli anni Cinquanta alle Hawaii, ma è negli ultimi anni che ha conquistato gli appassionati per la sua capacità di essere un allenamento completo ma allo stesso tempo divertente, che può essere praticato su ogni superficie acquatica anche in presenza di onde e che inoltre permette di essere mixato con esercizi di yoga o pilates, sempre in equilibrio sulla tavola. Grazie alla sua popolarità in tutto il mondo, sono molto diffuse anche le scuole oltre ad associazioni e circuiti di regate sia per professionisti che per principianti.

--pubblicità--

Perfetto per chi soffre di dolori alla schiena, lo stand up paddle tonifica tutta la muscolatura del corpo, soprattutto addominali e glutei utilizzati per mantenere l’equilibrio. Allo stesso tempo, la sua semplicità lo rende uno sport adatto a tutte le età e quindi praticabile anche da tutta la famiglia insieme: un vero sport della condivisione!

Photo credit: Twitter.com

LEGGI ANCHE: