Parco dei tulipani a Roma devastato in due giorni

La versione italiana del famoso parco olandese noto per la bellezza dei suoi tulipani è stato rovinato: il Tulipark di Roma è stato devastato due giorni dopo l’apertura da incuria e inciviltà

Era appena stato inaugurato alle porte di Roma il primo parco dedicato ai tulipani ispirato ai famosi parchi olandesi: dopo appena due giorni, Tulipark è stato devastato dall’inciviltà dei visitatori. Aperto il 30 marzo, nella periferia nord della Capitale, Tulipark aveva l’intento di portare la natura e i colori olandesi in Italia dando la possibilità di raccogliere – pagando – i fiori che si preferivano scegliendo fra ben 75 specie diverse. Ma non tutto è andato come si sperava.

A comunicare lo stato del parco sono gli stessi gestori della struttura con un post sulla pagina Facebook di TuliparK: “Questo è quello che succede quando la gente è maleducata, dopo tanti sacrifici e lavoro (9 mesi) per realizzare TuliPark. Da domani i tulipani saranno tutti recisi. Sarà severamente vietato portare i bulbi dei tulipani a casa. Oltre 7.000 buttati tra ieri e oggi. Cosa è successo oggi? Alcuni visitatori per accaparrarsi il tulipano con il bulbo hanno buttato i fiori che venivano fuori senza bulbo, spesso venivano nuovamente trapiantati già recisi. Il tulipano, una volta tirato senza radici muore dopo alcune ore se non viene messo in acqua!”; a seguire, una foto che mostra la triste immagine dei fiori strappati e gettati a terra, e i commenti di chi, tra i visitatori, ha notato molti comportamenti scorretti.

--pubblicità--

Un triste epilogo per un luogo che poteva essere il trionfo della primavera, senza considerare il fatto che visitando il parco era non solo possibile portare gratuitamente a casa un tulipano come ricordo (senza portare via il bulbo) ma comprarne anche di più. Ma il buon senso e l’educazione non hanno avuto a quanto pare la meglio.

Photo credit: Pixabay.it/ [email protected]