Svezia, sport obbligatorio durante le ore di lavoro

0
2557
Svezia, sport obbligatorio durante le ore di lavoro
fonte pixabay

Moltissimi amano svolgere attività fisica in pausa pranzo e chi può permetterselo, avendo magari orari più flessibili come i liberi professionisti, si ritaglia qualche momento durante la giornata lavorativa per fare del sano sport. Un concetto ormai molto diffuso in tutto il mondo occidentale, ma che in Svezia è stato portato ad un livello superiore.

Il 70% degli svedesi infatti fa sport almeno una volta a settimana, ma c’è di più: alcuni di loro lo fanno come stabilito dal contratto di lavoro. Una delle aziende che impone ai suoi lavoratori di fare attività fisica durante l’orario di lavoro è la Bjorn Borg, fondata dall’ex tennista omonimo e che vende abbigliamento sportivo. Ogni venerdì i negozi della Bjorn Borg chidono i battenti per un’ora circa, permettendo a chi ci lavora di dedicarsi ad una lezione di yoga, una corsetta al parco e tanto altro ancora.

“Se vuoi che tutti si sentano bene, diano il meglio, se vuoi ottenere risultati nel lungo termine, c’è bisogno che tutti facciano attività sportiva” ha spiegato Henrik Bunge, amministratore delegato dell’azienda. In Svezia fare sport non solo viene considerato un passatempo e un perfetto modo per tenere in forma anima e corpo, ma è un vero e proprio dovere di ogni cittadino. Tanto è vero che spesso, durante i colloqui di lavoro, il fare o meno dello sport può fare la differenza fra l’essere o meno assunti.

Un’iniziativa suffragata inoltre da una recente ricerca dell’Università di Stoccolma, secondo la quale fare sport in orario di lavoro apporta importanti benefici sia per i dipendenti che per i datori di lavoro, ad esempio, migliorando la produttività, la concentrazione e cementando lo spirito di gruppo. Oltre ovviamente a fare bene alla salute e tenere quindi lontano le malattie.

LEGGI ANCHE: PLOGGING: IL NUOVO SPORT CHE UNISCE ECOLOGIA E FITNESS

Photo credit wikimedia