Fonte: Pexels

Il jeans è sicuramente il pantalone più indossato dagli uomini (ma anche dalle donne) di tutto il mondo, elegante e casual al tempo stesso. Purtroppo però pochi sanno che questi popolari indumenti inquinano molto per essere prodotti. Una start-up di Parma ha però trovato un modo ecosostebile per realizzare i jeans. 

La start-up in questione, che si chiama Pagurojeans, è riuscita ad ideare dei jeans in denim riciclati al 40% e con una filiera di produzione corta. Per poter cominciare a commercializzare questi jeans più rispettosi dell’ambiente, capaci di ridurre del 60% l’impiego di acqua e prodotti chimici e del 40% il consumo di energia elettrica, la start-up ha avviato una raccolta fondi mesi fa.

Ma come fa Pagurojeans a produrre dei jeans così ecologici? La piccola azienda utilizza del denim riciclato e tramite un algoritmo è capace di riprodurre in digitale la forma del vecchio jeans. “Sappiamo anche che il jeans più sostenibile in assoluto è quello di seconda mano – si legge nella pagina del progetto – . Per questo abbiamo voluto inserire nel nostro progetto il ritiro del vecchio jeans. Solo in questo modo potremo procedere verso un jeans 100% riciclato. E solo allora potremmo dirci veramente e completamente sostenibili”.  Conclusasi il 20 gennaio scorso, la campagna di crowdfunding è arrivata a 3.335 euro sui 2.500 previsti inizialmente e necessari per far decollare il progetto. “Con questa campagna di crowdfunding portiamo il progetto Pagurojeans fuori dalle mura familiari per la prima volta. O meglio, proviamo ad allargare queste mura ed ampliare la famiglia” spiegano i ragazzi di Pagurojeans

--pubblicità--

Pagurojeans  è stata fondata dal fisico romano Andrea Scaparro e dall’ingegnere messicano Guillermo Hernandez. “Eravamo al lavoro da mesi su progetti di eco-sostenibilità e green-economy – spiegano i due -, quando siamo rimasti colpiti dalla conoscenza dei drammatici dati relativi al fast-fashion. Come potevamo ignorare, noi giovani ed entusiasti fisici alla ricerca di risposte per un futuro sostenibile, un fatto così eclatante? Era possibile trasformare il nostro indumento preferito, il jeans, simbolo di stile pratico e disinvolto, in un indumento sostenibile? Bhè, non sarebbe stato facile ma volevamo (dovevamo!) provarci. Così, dopo qualche mese di lavoro sono nati i primi Pagurojeans e da allora li indossiamo ogni giorno e in ogni occasione! Poi abbiamo prodotto qualche Pagurojeans in più e abbiamo iniziato a vestire familiari ed amici”.

LEGGI ANCHE:REGENESI, LE NUOVE COLLEZIONI DEL MARCHIO CHE CREA CON MATERIALI RIGENERATI

Photo Credit Pagurojeans