Presentata la guida per sostenibilità in casa

Ideata e realizzata da P&G, Corepla, WWF, Aideco e Altroconsumo

Si chiama Pianeta=Casa la guida presentata da Procter & Gamble Italia in partnership con WWF Italia, Corepla, Aideco e Altroconsumo. Una sorta di vademecum con le azioni di base da tenere presente in ogni azione che si svolge anche all’interno delle mura domestiche.

Prendersi cura del Pianeta è una scelta che dovrebbe essere condivisa da tutti, in ogni azione quotidiana e in ogni aspetto della nostra vita. Da questo principio nasce la guida ideata e realizzata da P&G Italia in partnership con WWF Italia, Corepla, Aideco e Altroconsumo. Si chiama Pianeta=Casa e nasce per indirizzare verso le scelte sostenibili che ciascuno può (e dovrebbe) compiere, quotidianamente, all’interno delle mura domestiche. Si tratta di una sorta di percorso diviso in due tappe, come si legge anche su una nota stampa pubblicata sul sito del WWF Italia.

Rubinetto chiuso mentre si insaponano le mani, azione quotidiana sostenibile – BioPianeta

Una guida sostenibile per tutti

La prima tappa attraversa gli habitat del Pianeta e ne spiega caratteristiche e importanza. E in questo contesto s’introduce la stretta relazione tra uomo e ambiente, dove le scelte corrette (o errate) del primo influiscono inevitabilmente sul secondo. La seconda tappa della guida, invece, affronta i diversi ‘habitat’ delle case. Un viaggio che passa di stanza in stanza e racconta le azioni che si compiono ogni giorno. Vivere in maniera sostenibile, ogni giorno, può davvero fare la differenza. Pianeta=Casa guarda alle abitudini di ognuno e si direziona anche e sopratutto ai giovani. I più attenti ai cambiamenti del Pianeta e il futuro di quest’ultimo. Nella guida, dunque, non mancano contenuti dedicati alle nuove generazioni con laboratori e brevi quiz per illustrare e aiutare a comprendere l’importanza di scelte sostenibili.

Come si legge sul sito WWF Italia, la guida rientra nella piattaforma P&G per l’Italia. Qui la nota azienda ha messo insieme vari progetti in ambito sostenibile, con la convinzione che un futuro sostenibile per tutti è possibile. Ciascuno però necessita di dare il proprio contributo. Nel corso della presentazione della guida, inoltre, è stata presentata un’indagine dell’Istituto Piepoli sui consumi dalla quale sono emersi alcuni dati interessanti. È risultato, ad esempio, che nell’ultimo anno due terzi degli italiani hanno deciso di modificare le loro abitudini.

Interruttore apparecchio elettrico, tenerlo spento quando non si utilizza è un’azione sostenibile – BioPianeta

Le corrette abitudini per vivere meglio

Come si evince dall’indagine, la maggior parte ha scelto di attuare questo cambiamento più per ragioni etiche (rispetto del Pianeta) che per convenienza (risparmio). Un dato importantissimo che rivela come per gli italiani le azioni che hanno maggior impatto sono legate a piccoli gesti quotidiani. Spegnere le luci, evitare sprechi alimentari, camminare a piedi. Si tratta di piccole azioni che, apparentemente, potrebbero risultare insignificanti (come chiudere il rubinetto dell’acqua quando ci laviamo i denti) ma che, in realtà, hanno un impatto enorme sul Pianeta. Infatti, come scrive ancora WWF Italia: “L’85% delle emissioni di CO2 di scopo 3 è generato proprio a casa, durante l’utilizzo dei prodotti“.

Il Direttore Generale di WWF Italia, Alessandra Prampolini, spiega: “Molte delle nostre scelte quotidiane, come quelle alimentari ed energetiche, hanno un impatto diretto sul nostro Pianeta e sul cambiamento climatico. A livello medio mondiale usiamo l’equivalente di quasi 2 Pianeti e senza un rapido cambio di rotta la nostra sopravvivenza e quella delle generazioni future sono a rischio“. Per questo è fondamentale educare e sensibilizzare tutti i cittadini. A tal proposito una guida pratica può essere utile per insinuare in tutti uno stile di vita che sia più sano e sostenibile.

Exit mobile version