Lightyear: come funziona la prima automobile “solare”

In grado di macinare chilometri senza essere ricaricata per mesi

Si chiama Lightyear ed è il primo modello di auto che si può definire ‘solare’. Si tratta di una vettura in grado di camminare per mesi senza avere la necessità di essere ricaricata nelle colonnine elettriche. Un’automobile, in sostanza, capace di produrre e consumare energia ogni volta che si trova al sole. 

La Lightyear è più di una macchina del futuro, considerando che è stata già realizzata. Una vettura che permette di inquinare il meno possibile e si serve dell’energia solare. Con queste auto, infatti, si possono percorre moltissimi chilometri senza dover ricorrere alle colonnine elettriche per mesi. Progettata già da diverso tempo, oggi è diventata anche più accessibile economicamente, anche se ovviamente non si tratta di un bene a basso costo. È la prima nel suo genere e si può definire l’automobile ‘solare’ proprio perché consuma e produce energia ogni volta che si trova al sole.

Un prototipo dell’auto ad energia solare Lightyaer @Crediti Lightyear/Instagram – BioPianeta

Lightyear: auto del futuro?

Sostenibile e amica del Pianeta: queste sono le caratteristiche che sicuramente rappresentano gli aspetti positivi di Lightyear. Queste vetture rappresentano il segno che la tecnologia della sostenibilità continua ad evolversi e a trovare soluzioni che permettano di ridurre le emissioni di CO2, in questo caso nell’ambito della mobilità. Le auto Lightyear si caricano ogni volta che si trovano al sole e permettono di percorrere fino ad 800 km senza doversi fermare alle colonnine di ricarica delle batterie. Sono prodotte dalla compagnia dei Paesi Bassi, Lightyear, e hanno subito un percorso di perfezionamento nel tempo.

Evoluzione che si è ottenuta anche dal punto di vista economico. Se infatti il modello zero poteva costare fino a 240 mila euro, ora il modello 2 parte da un prezzo base di 40 mila euro. Un costo che non è accessibile ancora a tutti, ma questo ribasso fa pensare che presto queste vetture potrebbero allargare la loro area di diffusione. Dotata di pannelli solari, i primi test sono stati effettuati nei paesi più soleggiati come il Portogallo, fino a quelli in cui il clima è più nuvoloso, come i Paesi Bassi. In entrambi i casi sono stati percorsi 35 km al giorno. Mentre nei Paesi Bassi la vettura Lightyear ha funzionato per due mesi, in Portogallo si sono raggiunti i 7 mesi (circa 1000 km) senza la necessità di ricaricare la batteria.

Lightyear 2 auto solare, evoluzione del prototipo zero @Crediti Lightyear/Instagram – BioPianeta

Energia gratuita e pulita

Come riporta il sito GreenMe, nel sito dell’azienda produttrice si legge: “Lightyear 2 è un’automobile solare elettrica. Con uno strato integrato di celle solari che prolungano i tuoi viaggi, potresti guidare per oltre 800 chilometri prima della tua prossima ricarica. Per viaggi brevi e medi, Lightyear 2 potrebbe persino sostenersi senza una presa in vista. Immaginalo, essere slegato dalla rete elettrica e funzionare solo con energia solare gratuita e pulita“.

In sostanza, con queste vetture pare sia possibile dover cercare una colonnina per la ricarica tre volte in meno rispetto ad un’altra auto elettrica. Questo perché le celle solari forniscono energia in movimento. Impossibile, al momento, dire se queste macchine potranno percorre tutte le strade nel futuro. Ma una cosa è sicura, ogni passo avanti nella sostenibilità, anche dal punto di vista della mobilità, rappresenta sempre e comunque un passo avanti verso il benessere del Pianeta.

Exit mobile version