Inquinamento: iniziativa “NO2 No Grazie!” a Roma e Milano

Il progetto che permette di misurare il biossido d'azoto nelle proprie città

A Roma e Milano arriva l’iniziativa NO2 No Grazie!. Un progetto ambizioso che permette di misurare il livello di inquinamento nella propria città. Si tratta in particolare del biossido d’azoto e ognuno potrà svolgere questa operazione davanti la propria abitazione o luogo di lavoro. 

Il biossido d’azoto che inquina fortemente l’aria è uno dei gas più pericolosi che compongono lo smog. L’inquinamento delle grandi città, Roma e Milano prime della lista in Italia, è causato proprio da questa sostanza estremamente dannosa. Più densa rispetto all’aria può causare forti problemi respiratori e infiammazioni di vario genere (anche agli occhi). Proprio per contrastare questo pericoloso fenomeno, a Roma e Milano è arrivata l’iniziativa NO2 No Grazie!. Si tratta di un programma atto a monitorare i livelli di NO2 davanti alle proprie abitazioni, gli uffici o le scuole.

Roma, vista del Colosseo. La Capitale è inserita nel progetto NO2 No Grazie – BioPianeta

Inquinamento nell’aria

L’inquinamento nell’aria è una minaccia che agisce in maniera subdola e nascosta e provoca danni all’ambiente, ma anche alla salute degli esseri viventi uomo compreso. E a pagarne le conseguenze, come sempre, sono le persone più fragili, quelle con una salute più cagionevole o che vivono in luoghi più inquinati. Nel 2022 si sono distinte in negativo due delle metropoli più grandi d’Italia: Roma e Milano. Nelle due città, infatti, il valore di biossido d’azoto è stato largamente superato rispetto a quanto aveva stabilito l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). A tal proposito, infatti, le due città hanno ricevuto una condanna da parte della Corte di Giustizia Europea.

In conseguenza a questa situazione tutt’altro che rassicurante le amministrazioni comunali hanno deciso di mettere in pratica delle misure per ridurre l’inquinamento. Sono partite diverse iniziative anti-smog, ma ovviamente da sole non possono bastare per risolvere il problema. Dunque, per generare consapevolezza nei cittadini e fare pressione affinché siano presi provvedimenti più efficaci per la tutela della salute, l’associazione Cittadini per l’Aria Onlus ha lanciata la campagna di monitoraggio. Questa iniziativa interessa proprio le due metropoli di Roma e Milano.

Milano, Piazza del Duomo. Città con il più alto livello di biossido d’azoto nel 2022 – BioPianeta

I dettagli del progetto

Per poter aderire a questo importante progetto il tempo previsto è fino al 14 gennaio 2023. Entro quella data, chiunque lo desideri potrà richiedere il proprio campionatore per misurare i livelli di biossido di azoto davanti la propria casa, il luogo di lavoro o la scuola dove, ogni giorno, si recano i figli. Il progetto ha un nome rappresentativo: NO2 No Grazie! e vuole insinuare maggiore consapevolezza verso i rischi che si corrono, ogni giorno, a causa dell’aria inquinata. Si tratta della più grande iniziativa a livello italiano di scienza partecipata sulla qualità dell’aria.

Grazie a questo progetto, dal 4 febbraio al 4 marzo 2023, i cittadini di Roma e Milano potranno conoscere con più esattezza i dati relativi all’inquinamento nelle loro città. Una spinta, dunque, ad agire in maniera concreta rispetto a questo problema che non può essere sottovalutato. Come spiegano gli organizzatori dell’iniziativa: “L’obiettivo è quello di ottenere una mappa dettagliata della qualità dell’aria delle due aree monitorate. E poter così informare meglio i cittadini e gli amministratori e contribuire all’attivazione di misure di riduzione degli inquinanti atmosferici“.

Exit mobile version