“Il Bosco del Molino” premia le migliori tesi di laurea dedicate all’ambiente

Ad istituire il bando la storica azienda Agugiaro & Figna Molini insieme al Consorzio Interuniversitario Nazionale per le Scienze Ambientali

Saranno assegnati premi alle migliori tesi di laurea magistrale dedicate all’ambiente da Il Bosco del Molino. Il bando è istituito dal CINSA, il Consorzio Interuniversitario Nazionale per le Scienze Ambientali, e sostenuto dalla storica azienda Agugiaro & Figna Molini.

Con l’obiettivo di affiancare studiosi e ricercatori delle Università di Emilia-Romagna, Lombardia, Umbria e Veneto, impegnati nella realizzazione di progetti dedicati alla tutela dell’ambiente, CINSA ha istituto un bando per premiare tesi di laurea magistrale.

I premi sono pensati per elaborati dedicati alle tematiche ambientali grazie alla borsa di studio de Il Bosco del Molino. Il premio istituito dal Consorzio Interuniversitario Nazionale per le Scienze Ambientali è sostenuto da Agugiaro & Figna Molini e dal Centro Servizi Bosco del Molino.

Il Bosco del Molinaro

Il bando è riservato ai corsi di laurea a indirizzo Ambientale, Agronomico e Forestale. Nelle quattro Regioni in cui la storica azienda molitoria è presente con le sue differenti sedi, nella realizzazione di progetti dedicati all’ambiente. Il bosco si estende su di un terreno di 13 ettari dove si trovano 18mila piante fra arbusti, alberi ed essenze officinali. Insieme saranno in grado di assorbire fino a 220.000 kg all’anno di CO2. In questo modo sarà possibile compensare alle emissioni totali degli impianti dell’azienda nello svolgimento del processo molitorio dei quattro stabilimenti.

Il ‘polmone verde’, ad un anno dalla sua inaugurazione, continua ad essere un polo per creare consapevolezza sull’importanza del suolo come patrimonio. Dall’inizio l’obiettivo di Alberto Figna e Riccardo Agugiaro, rispettivamente presidente e ceo di Agugiaro & Figna Molini, insieme alla direttrice del Centro servizi de Il Bosco del Molino Rosanna Figna, rimane quello di rendere il bosco un centro per creare progetti diretti alle scuole, ma anche ad altre aziende e professionisti.

Il bando

Disegnare un futuro più sostenibile coinvolgendo anche gli artigiani dell’arte bianca, chef, pizzaioli, pasticceri, panificatori. Lo scopo portato avanti è quello di diffondere la consapevolezza sul rispetto dell’ambiente, la natura e le persone. Difatti, l’attività de Il Bosco del Molino non si è mai fermata. Prima con il tour nazionale Un Sacco di Cambiamento, ideato in collaborazione con Slow Food Italia, per sensibilizzare i professionisti dell’arte bianca sulle buone pratiche per la tutela di persone e ambiente.

Rossana Figna

Poi anche con convegni e iniziative dal punto di vista didattico e scientifico che hanno coinvolto scuole e università. Così, come rivela una nota ufficiale, nel bando per l’assegnazione della borsa di studio si legge: “Riceveranno attenzione particolare gli elaborati che, in armonia con i valori del progetto Bosco del Molino, avranno studiato interazioni evolutive tra le differenti matrici biotiche e abiotiche presenti nelle successioni di ecosistemi boschivi planiziali“. Con il premio Il Bosco del Molino tende a unire cultura, etica, sostenibilità ed estetica.

Exit mobile version