Trovata la ninfea più grande del mondo: il suo diametro è di tre metri

Una scoperta incredibile e affascinante fatta nei giardini dell'orto botanico a pochi km da Londra

A pochi km da Londra, nei giardini di Kew Gardens l’orto botanico tra i più vasti al mondo, è stata da poco scoperta una ninfea gigante. Si tratta della più grande del mondo, il suo diametro infatti supera i tre metri. Apparitene alla Victoria Boliviana: una nuova specie.

Scoperta a 10 km da Londra, nei giardini del vastissimo orto botanico di Kew Gardens, la ninfea più grande del mondo. Appartiene alla nuova specie Victoria Boliviana ed è ampia ben 3 metri. Come spiegano dal sito nel quale la pianta è stata trovata: “Il famoso genere di ninfee giganti Victoria dà il benvenuto a una nuova specie“.

Il Kew Gardens è, difatti, uno dei complessi botanici più grandi al mondo. Una struttura che ospita serre, edifici, biblioteche e giardini che si trova a 10 km da Londra. Il luogo dal 1840 ha ottenuto lo status di orto botanico nazionale.

La nuova ninfea gigante

I Kew Gardens sono patrimonio dell’UNESCO dal 2003. Oggi sono, anche, un importante centro di ricerca nel quale si trovano oltre 30mila piante con un erbaio di circa 7 milioni di esemplari. Dal 2000, inoltre, l’orto botanico nazionale sponsorizza il Millennium Seed Bank Project, una ‘Banca dei Semi’ pensata per salvaguardare la biodiversità vegetale. Un luogo ideale nel quale si innesca la favolosa scoperta fatta nelle ore scorse. La ninfea gigante, in realtà, si trovava nei Kew Gardens da 177 anni, ma era sempre stata scambiata per una Victoria Amazonica. Solo attraverso analisi approfondite eseguite da un team di scienziati internazionali si è potuto affermare che in realtà si tratta di una nuova specie.

La scoperta è stata fatta ad opera degli scienziati del Royal Botanic Gardens di Kew. A collaborare anche il National Museum of Natural History della Smithsonian Institution di Washington, dell’Herbario German Coimbra Sanz di Santa Cruz de La Sierra (Bolivia), dell’Herbario Nacional de Bolivia di La Paz, dell’Università di Portsmouth, dell’Università di Goteborg (Svezia) e di altri istituti. Le differenze con le altre due specie di Victoria sono evidenti anche dalle caratteristiche ‘fisiche’ della pianta. La distribuzione delle spine è diversa e anche la forma del seme rispetto ad altri esemplari.

Come spiegato dai ricercatori, la Victoria Boliviana è originaria della Bolivia, dove cresce in una delle più grandi zone umide del mondo, il Llanos de Moxos nella provincia di Beni. Questa ninfea produce molti fiori durante l’anno, ma essi si aprono solo uno alla volta e solo per due notti. Passano dal bianco al rosa e sono ricoperte di spine acuminate. Affascinante, infine, anche il retro della pianta simile ad una sorta di fitto reticolato.

Exit mobile version