Out of Fashion, Corso di Alta Formazione sulla cultura della moda etica sostenibile e consapevole

Una grande opportunità per coloro che amano esplorare i confini del fashion ponendo uno sguardo sempre più ampio ed eco per un futuro migliore

Al via il 25 novembre Out of Fashion, Corso di Alta Formazione sulla moda sostenibile. Saranno sette i moduli per una reale transizione verso nuovi modelli di business declinati sull’Agenda 2030.

Giunto alla sua ottava edizione, torna il 25 novembre 2022 Out of Fashion. Il primo corso di Alta Formazione sulla moda sostenibile è organizzato dalla Fondazione Connecting Cultures in partnership con POLI.design scrl. Realizzato – inoltre – in collaborazione con CNA Milano, Centro di Ricerca Gianfranco Ferré e il Patrocinio del Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi in Italia.

Courtesy Press Office

L’approccio culturale sistemico sui temi della sostenibilità che – appunto riguardano il settore tessile e abbigliamento – delinea il progetto Out of Fashion. Si tratta di una proposta di contenuti sempre aggiornati e calati in un contesto mutevole come quello della moda e della sua filiera. Dall’autunno del 2022 e per i prossimi anni la transizione verso modelli sostenibili e circolari di produzione, consumo e commercio diventerà obbligatoria con l’imposizione di una serie di norme e linee guida fondamentali per lo sviluppo del settore nel rispetto dell’ambiente. Si tratta di sfide importanti ma al tempo stesso anche di nuove opportunità. L’obiettivo di Out of Fashion sta proprio nel formare figure chiave con competenze e conoscenze trasversali e aggiornate in ambito sustainability in grado di rispondere alle priorità e alle problematiche presenti oggi nei settori del tessile e dell’abbigliamento.

Out of Fashion: moduli e workshop

Le lezioni del corso di Alta Formazione Out of Fashion si svolgeranno in modalità blended. Quattro moduli online sulla piattaforma zoom e 3 in presenza con workshop e visite aziendali. Un modulo sarà dedicato interamente al tema del riciclo e fine vita dei materiali. Due giorni di visite a Prato, nelle sedi delle aziende leader del riciclo tessile con interventi di imprenditori, professionisti e giornalisti specializzati nel settore. Tutte le lezioni saranno comunque registrate e fruibili anche da remoto.

Anna Detheridge, il presidente di Connecting Cultures ha dichiarato che nel quadro dei programmi dell’Unione Europea e del New Green Deal voluto dalla Commissione Europea, l’ecodesign diventerà obbligatorio. Come anche la cura del ciclo di vita dei prodotti tessili. I criteri e le norme per salvaguardare la qualità dei prodotti diventeranno sempre più stringenti e non solo. Anna Detheridge ha anche affermato che il digitale dovrà allearsi con il verde. Contribuendo quest’ultimo a processi che riducano lo spreco di materiali e che favoriscano la raccolta e il riciclo pianificato. “Nei diversi moduli che definiscono il progetto formativo di Out of Fashion verranno proposte nuove strategie e visioni per trasformare e rilanciare il sistema Moda a partire dalla vocazione del Made in Italy per la qualità”, ha aggiunto.

Instagram

Il corso Out of Fashion propone una visione sistemica e a 360 gradi sul tema della sostenibilità nella moda, affrontata in tutti i suoi molteplici aspetti. Si presenteranno al corsista nuovi modelli di business, sostenibilità ambientale, fibre, materiali organici e sintetici. Ma anche tracciabilità della filiera, innovazioni tecnologiche, responsabilità d’impresa e diritti dei lavoratori. Comunicazione e relazione con il consumatore e case histories di successo.

Out of Fashion: il corso di Alta Formazione per professionisti

Docenti e professionisti del settore si impegneranno nella formazione con sette moduli di due giorni ciascuno che si terranno il venerdì ed il sabato, per un totale di 84 ore. Il corso inizierà a novembre 2022 e si concluderà a maggio 2023. Potranno partecipare: professionisti, quadri, imprenditori emergenti. Ma anche giovani lavoratori nei settori della moda, del tessile, degli accessori, del retail provenienti da aree funzionali relative a sviluppo del prodotto, design, fashion design, progettazione tecnica, pubbliche relazioni, marketing, e-commerce e comunicazione.

InstagramLa frequenza al corso è aperta anche a studenti e neolaureati fortemente motivati all’approfondimento delle tematiche della sostenibilità nel loro curriculum studi. Al termine del corso, i partecipanti saranno in grado di orientarsi nel complesso contesto della sostenibilità e di proporre soluzioni attuabili avendo acquisito un know-how per iniziare questo vitale percorso. Per tutte le altre informazioni qui di seguito il sito web https://outoffashion.connectingcultures.it/corso/.

Exit mobile version