“L’ufficio verde”: nasce l’idea per lo smart-working all’aperto

Il progetto ha origine dall'invenzione di alcuni bambini impegnati in un laboratorio scolastico

Un’idea nata dalla creatività dei bambini e declinata a chiunque voglia lavorare a contatto con la natura; così si presenta ‘l’ufficio verde’. Un progetto innovativo per rendere la propria postazione di lavoro portatile e consentire lo smart-working tra gli alberi.

Spostare il proprio ufficio in mezzo alla natura, è questa la prospettiva da cui si sviluppa l’idea dei bambini che hanno inventato ‘l’ufficio verde‘ portatile. Consentire a chiunque lo desideri di poter lavorare, senza rinunciare al contatto con il verde.

Questo progetto innovativo è stato presentato a Daniela Ducato, presidente di Fondazione Territorio Italia e da poco nominata al vertice del WWF Italia; la presentazione è avvenuta a Milano in occasione del Green&Blue Festival nella sezione Green Design.

Come funziona l’ufficio verde inventato dai bambini

Lavorare in maniera agile e immersi nella natura con una postazione portatile che si ‘abbraccia’ ai tronchi e consente di usare il proprio computer comodamente seduti. Si tratta di un tavolino che si smonta con estrema facilità e che può adattarsi agli alberi, senza danneggiarli. Ad inventare questo progetto innovativo e green i bambini di una scuola in Sardegna durante un laboratorio; l’idea è stata presentata alla neo-presidente del WWF Italia, Daniela Ducato, a Milano durante il Green&Blue Festival nella sezione Green Design, che sembra aver accolto questa idea con estremo entusiasmo. ‘L’ufficio verde’ nasce a Guspini dal laboratorio scolastico Il banco di scuola che vorrei; ad essere coinvolti nel progetto i bambini di Nuraminis e di Guspini. Ad ascoltare gli alunni, Territorio Italia con il supporto della designer Silvia Pani; il progetto è stato realizzato con ritagli tessili e canne palustri, ricavate dalla pulizia degli alvei fluviali.

Grazie alle parti tessili, inoltre, si possono conservare i semi selvatici che potranno essere piantati per far nascere nuovi semi e permettere alla natura di vivere un percorso rigenerativo. “Il Design della rinascita“, come suggerisce Ansa, che si avvale di questa postazione smontabile e rimontabile, possibile da trasportare ovunque e comoda per lo smart-working tra gli alberi. Come scrive ancora Ansa, Daniela Ducato racconta: “L’ufficio verde nasce dalla creatività delle bambine e dei bambini. Ci siamo messi in ascolto per abbracciare i loro pensieri ed è nato un oggetto che abbraccia gli alberi. In Sardegna il mio ufficio abbraccia un albero di ulivo nel parco di Guspini, a Milano è nel giardino di Stazione Radio, un fazzoletto di terra vicino alla stazione centrale del capoluogo lombardo interessato da un progetto di rinaturazione“.

Exit mobile version