Il Festival Teatro a Pedali: una settimana a basso impatto ambientale

Spettacoli, musica, moda e scienza per parlare di sostenibilità e valorizzare i giovani artisti

Al Teatro Mulino di Piossasco torna l’appuntamento con il Festival Teatro a Pedali; una settimana dedicata agli spettacoli, alla moda, alla scienza e alla musica in ottica sostenibile. Un’opportunità per valorizzare i giovani artisti e coinvolgere il pubblico in un’esperienza a basso impatto ambientale.

Nella sede del progetto The Green Theater e luogo di conversione del vecchio mulino ad eco teatro improntato alla sostenibilità, torna il Festival Teatro a Pedali. Una settimana di spettacolo, musica, moda e scienza accomunata dalla sostenibilità e dal basso impatto ambientale.

Ogni manifestazione, infatti, sarà alimentata dalla pedalata del pubblico; biciclette collegate ad un sistema di cogenerazione elettrica permetteranno di produrre energia da convertire nell’impianto audio e delle luci che illuminano il palco.

Lo scopo dell’evento sostenibile

Dal 17 al 26 giugno presso il Teatro Mulino di Piossasco ritorna il primo festival a bassissimo impatto ambientale. Il Festival Teatro a Pedali propone arte e spettacolo in momenti che saranno accompagnati da eventi esperienziali che pongono lo spettatore al centro della performance. Come tiene a specificare la nota che pubblicizza l’evento: “L’edizione di quest’anno ha infatti l’obiettivo di creare un legame sempre più stretto con le persone“. E in quest’ottica si inseriscono iniziative come la Cena in silenzio, Phi Tuning il concerto armonico one-to-one e Ridare corpo alla natura. Dopo anni di Pandemia l’obiettivo è riportare le persone a riavvicinarsi alla cultura e ai rapporti sociali.

Come chiarisce ancora la nota, Daniele Ronco, Direttore artistico di Mulino ad Arte, commenta: “Sono tre gli elementi centrali di questa edizione del Festival Teatro a Pedali; il protagonismo del pubblico, con eventi, laboratori e spettacoli esperienziali per riavvicinarsi gli uni agli altri, per riconnettersi con il proprio sé e con la natura; poi i temi sociali e ambientali, affrontati durante i talk e con la sfilata di abiti second hand a cui ridare nuova vita e sostenere chi non può permettersene l’acquisto, e i giovani: quest’anno sono due le giornate da loro realizzate. Abbiamo lanciato due call nazionali per selezionare spettacoli da programmare e una di queste ha visto la premiazione di una produzione under 30, coinvolgendo ragazze e ragazzi nella scelta degli stessi spettacoli. Importante anche l’inserimento di questa produzione nel network di teatro under 30 Risonanze e la collaborazione con il Teatro Affido“.

Le giornate del Festival nel dettaglio

L’apertura del Festival Teatro a Pedali è prevista per il 17 giugno presso la dimora storica di Casa Lajolo, dove si terrà la Cena in silenzio; il 19 sera, invece, è dedicato ai giovani artisti del territorio che si esibiranno nel concerto a pedali Earth Beat. Il Festival entra nel vivo dal 21 al 26 giugno con talk su tematiche ambientali sostenibili. Dalla botanica al clima, dallo moda allo sport, fino all’agricoltura; aperi-talk moderati da Andrea Vico, giornalista e divulgatore scientifico. Per i più giovani sono previsti, invece, laboratori a tema organizzati da Eicom e dai ragazzi dei Green Guys e del Teatro Affido.

Nello specifico il 22 giugno sarà la giornata dedicata al Climate change con uno spettacolo di divulgazione scientifica di e con Luca Mercalli. Il 23 giugno è la volta del tema Umane risorse. Nella serata del 24 giugno si terrà la sfilata di Bali Lawal; dal titolo Cast Off il progetto per ridare vita ai vestiti dismessi, presentata insieme alla modella e stilista dal duo comico Enzo Paci e Andrea Carlini, in collaborazione con 5 Pani Emporio & Boutique Solidale. Il 25 giugno sarà dedicato allo sport e in serata è prevista l’esibizione di Teodoro Bonci del Bene. Ed infine, a concludere il Festival il tema della Madre Terra che culminerà nello spettacolo serale del 26 giugno Saluti dalla terra, curato dal Teatro dell’Orsa.

Exit mobile version