La classifica di Uswitch dei film natalizi che emettono più CO2

Proprio per incentivare le persone a salvaguardare l'ambiente il noto sito propone una 'moovie-list' singolare

Le vacanze di Natale sono per tanti l’occasione ideale per sdraiarsi sul divano e guardare un film natalizio; dai grandi classici alle pellicole più moderne, però, il sito Uswitch ha stilato una classifica singolare. Una lista nella quale indica i lungometraggi che emettono più CO2 durante la loro trasmissione. Si tratta di un modo originale per invitare le persone ad avere un occhio di riguardo verso l’ambiente ed incentivare la conoscenza verso potenziali fonti d’inquinamento che qualcuno potrebbe forse, ritenere, impensabili.

Del resto, non è un mistero il fatto che le festività natalizie, tra consumi energetici, sprechi alimentari, pacchi e pacchetti, siano responsabili (forse loro malgrado) di un considerevole impatto ambientale; quindi, proprio in occasione dell’inizio di questo anno nuovo, sembra utile servirsi della classifica di Uswitch per sperare in un futuro più ecologico.

I primi tre posti in classifica

Come spiega il comunicato lanciato per rendere nota la classifica dei film di Natale più ‘inquinanti’, l’obiettivo di Uswitch, sito esperto di risparmio energetico, è quello di incoraggiare gli appassionati di film a ridurre la propria impronta di carbonio in streaming; tutto questo, ovviamente, senza demonizzare le pellicole natalizie. Il sito, dopo aver fatto un’indagine accurata, ha stilato l’elenco in base ai film che, potenzialmente, emettono più CO2 durante la loro riproduzione.

Per Uswitch al primo posto si trova la commedia romantica del 2006 The Holiday con 126,5 grammi di CO2 emessi per visione; il sito specifica, a tal proposito, che “l’emissione di CO2 equivalente a quella di una persona che guarda il rom com classic sarebbe la stessa di guidare per 0,426 KM in un’auto“. A seguire il classico del 1946 It’s a Wonderful Life; questa pellicola natalizia emette una stima di 119,17 grammi di CO2 per visione e sarebbe equivalente a 0,401 KM di guida. Al terzo posto il classico del 2003 Love Indeed; quest’ultimo avrebbe emissioni di CO2 stimate a 118,25 grammi per visione e 0,398 KM di guida.

film di Natale più ‘inquinanti’ in Italia

Uswitch, inoltre, ha calcolato anche le emissioni di CO2 per singolo paese europeo. Per quanto riguarda l’Italia, per esempio, si possono stimare 2.903,11 tonnellate di emissioni; tali calcoli derivano dalla moltiplicazione dei dati sopraindicati (relativi alle emissioni di CO2 per film) per il numero di famiglie italiane con connessione ad Internet. In generale, Uswitch per curare la propria lista ha utilizzato i film che venivano menzionati con più ricorrenza in diversi fonti come: Esquire, Rotten Tomatoes, Vulture, Good Housekeeping, Time Out e Cosmopolitan.

Le emissioni approssimative di CO2(g) per singole visioni di ciascun film, invece, sono state calcolate moltiplicando la durata (ore) del film per le emissioni di CO2 stimate per ora di streaming video di 55 g, come stabilito dal Carbon Trust White Paper. Infine, il numero totale di visioni è calcolato partendo dal presupposto che tutte le famiglie con accesso a Internet guardino almeno un film di Natale. Insomma, quello di Uswitch risulta uno strumento alternativo per creare consapevolezza sulla tutela ambientale. Un modo per stimolare un atteggiamento positivo che non esclude la visione dei film di Natale; ma che, come ogni cosa, si basi su un consumo responsabile e più ecologico.

LEGGI ANCHE: Vacanze invernali sostenibili: 5 mete ecoturistiche

Exit mobile version