MiTe: un miliardo di investimenti per raccolta differenziata e riciclo

Infrastrutturazioni, impianti e flussi critici sono le tre vie sulle quali si prevede vengano apportati miglioramenti e potenziamenti

Dalla pagina ufficiale del Ministero della Transizione Ecologica arriva una notizia importante che riguarda l’ambiente e lo smaltimento dei rifiuti; un miliardo e mezzo di investimenti previsti per i servizi di raccolta differenziata e per le operazioni di riciclo. Sono tonnellate, infatti, gli scarti che oggi finiscono nelle discariche, o peggio in mare o tra la natura; l’impatto sull’ambiente è devastante ed è per questo che risulta necessario porre un rimedio che sia immediato.

Il MiTe spiega che a breve saranno pubblicati i decreti con i criteri di selezione dei progetti per gli investimenti, ma intanto chiarisce quali sono le priorità su cui si concerteranno gli investimenti. Infrastrutturazione della raccolta differenziata, impianti per il riciclo e i flussi critici“; sono queste tre “vie” quelle sulle quali si attuerà un potenziamento attraverso la digitalizzazione e l’ammodernamento dei servizi già esistenti.

L’importanza della raccolta differenziata

Oltre a specificare che il 60% degli investimenti sugli impianti di riciclo andrà al Centro-Sud, il Ministro Cingolani spiega che questo programma di investimenti si immette nel Piano nazionale di ripresa e resilienza nella sezione dedicata all’economia circolare. “Bisogna migliorare sia la quantità che la qualità di quello che viene raccolto e l’introduzione di nuove tecnologie faciliterà la raccolta per i cittadini”. Dare nuova vita agli oggetti in disuso permette di ridurre gli sprechi, proteggere l’ambiente e creare uno stile di vita sostenibile che apporti benefici all’economia, alle persone e al Pianeta.

Un miliardo e mezzo di investimenti per le “Città circolari”, smart e sostenibili; il Ministero della Transizione Ecologica pubblicherà il 30 settembre i decreti con i criteri di selezione dei progetti. La nuova misura si prefissa di conseguire gli obiettivi di riciclo fissati dalla normativa comunitaria, ovvero: massimo il 10% dei rifiuti in discarica e il 65% riciclato.

LEGGI ANCHE: Non cessa l’eruzione vulcanica alla Canarie: migliaia gli sfollati

Exit mobile version