Decreto Legge Incendi: verso l’approvazione in Consiglio dei Ministri

La Sottosegretaria al Mite Ilaria Fontana plaude a sostegno del DL relativo ad arginare i disastri causati dalle fiamme in tutta Italia

Gli incendi hanno devastato ettari di terreno dal valore incommensurabile in diverse parti del Paese; boschi secolari distrutti, animali privati dei loro habitat e fonti naturali di ossigeno annientate per sempre. È anche alla luce di questa catastrofe, che deve trovare un modo per essere arginata, che la Sottosegretaria al Mite Ilaria Fontana plaude per l’approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto legge relativo agli incendi.

Come si legge sul sito ufficiale del Ministero della Transizione Ecologica l’obiettivo principale del decreto legge incendi è quello di “adottare misure urgenti per il rafforzamento del coordinamento, l’aggiornamento tecnologico e l’accrescimento della capacità operativa nelle azioni di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi“.

Un decreto legge per combattere gli incendi

Fondamentale attivare procedure che prevengano e che, nei casi peggiori, combattano il fenomeno devastante degli incendi. Sono tante le regioni italiane che nel 2021 hanno visto perdere un patrimonio verde dal valore inestimabile. Alla luce di quanto accaduto e di quanto ancora rischia di accadere è importante provvedere in maniera immediata e adeguata; il decreto legge incendi prevede, a tal proposito, l’introduzione di nuove tecnologie (anche satellitari); queste devono essere in grado di integrare in maniera efficiente i sistemi previsionali. “Sorveglianza, monitoraggio e rilevamento dell’ambiente” sono le principali operazioni previste dai nuovi sistemi e dai nuovi strumenti.

Si legge ancora sul sito ufficiale del Ministero della Transizione Ecologica che è già “previsto un rafforzamento urgente della capacità operativa delle componenti statali nelle attività di lotta attiva contro gli incendi boschivi“. Si parla di un Piano Nazionale triennale, che comprende anche l’acquisto di mezzi operativi, sia terrestri che aerei, e attrezzature, per la lotta attiva agli incendi. Questo provvedimento segue quello già emanato dal Governo il 26 agosto; in esso era già dichiarato lo stato d’emergenza per le Regioni Calabria, Molise, Sardegna e Sicilia.

LEGGI ANCHE: Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, primo obiettivo: ridurre la povertà

Exit mobile version