Ambiente

Allarme clima: piove per la prima volta sulla calotta glaciale in Groenlandia

Nuovi effetti preoccupanti del cambiamento climatico e del surriscaldamento globale

Il surriscaldamento globale e il cambiamento climatico continuano a far sentire i loro effetti preoccupanti sul Pianeta. I ghiacci e gli oceani sono tra i principali protagonisti degli sconvolgimenti climatici e la prima pioggia sulla vetta della calotta glaciale in Groenlandia ne è una prova più che tangibile. I ghiacciai si sciolgono, il livello del mare sale e la Terra rischia di essere vittima di cambiamenti che potrebbero avere effetti più che negativi sulla maggior parte delle creature viventi presenti in natura.

L’ambiente continua a rispondere al cambiamento; si legge su Ansa che la prima pioggia, dall’inizio dei rilevamenti climatici, è stata registrata dagli scienziati nella stazione US National Science Foundation lo scorso 14 agosto. La stazione si trova sulla vetta di 3.216 metri della calotta; lì le temperature sono, di norma, sempre molto al di sotto di zero gradi, ma i cambiamenti climatici sembrano aver sconvolto gli equilibri.

Gli effetti del cambiamento climatico sui ghiacciai della Groenlandia

Secondo quanto riporta il Guardian, la pioggia sarebbe caduta in Groenlandia per tre giorni registrati come “eccezionalmente caldi“. I dati riportati, infatti, parlerebbero di ben 18 gradi in più rispetto alla media. Si legge ancora su Ansa che lo scioglimento dei ghiacci si è osservato praticamente su quasi tutta l’isola e l’area interessata sarebbe quattro volte più grande di tutto il Regno Unito.

Impossibile prevedere se e quando pioverà ancora sulla calotta glaciale della Groenlandia; ma si stima che, ad oggi, siano cadute circa 7 miliardi di tonnellate di acqua e le previsioni appaiono tutt’altro che positive. Un fenomeno che potrebbe portare ben presto all’innalzamento del livello del mare con conseguenze inaspettate e preoccupanti su tutto il Pianeta. Del resto l’allarme mondiale relativo al cambiamento climatico è uno dei punti su cui si dibatte ormai da tempo.

LEGGI ANCHE: Uno studio sui mattoncini Lego rivela gli effetti dell’inquinamento da plastica in mare

Back to top button