Ambiente

Concorso pubblico promosso dal Mite: 251 assunzioni a tempo indeterminato

Previsti posti di lavoro per figure professionali legate all'ambiente e alla sua salvaguardia

Più professionisti per un paese più efficiente” così recita il bando del Ministero della Transizione Ecologica che annuncia il nuovo concorso pubblico; si tratta di un’iniziativa finalizzata ad assegnare 251 posti di lavoro a tempo indeterminato a figure in grado di impiegare le proprie competenze, anche e soprattutto, nella salvaguardia dell’ambiente. A tal proposito sulla pagina ufficiale del Mite sono rivelate le date delle prove scritte e le figure professionali a cui verranno consegnate le proposte di lavoro.

Si legge sulla pagina del Ministero della Transizione Ecologica: “251 posti per ingegneri, architetti, economisti, biologi, chimici, naturalisti, geologi, informatici“; professioni che, a seguito del concorso pubblico, si impegneranno nella transizione che si intende compiere per rendere i paesi più vivili e rispettosi delle misure ecologiche.

Dettagli sul concorso pubblico promosso dal Mite

Le prove scritte previste dal concorso pubblico si svolgeranno il 9, il 10, il 13 ed il 14 settembre e saranno dislocate in due sedi. Si tratta di esami per “il conferimento di 251 unità di personale indetto dall’ex ministero dell’Ambiente nel 2019“. Le due sedi saranno, la nuova Fiera di Roma e l‘Unahotels Expo Fiera Milano a Pero; nella prima sede potranno concorrere i candidati residenti nelle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia; nella seconda sede i residenti nelle Regioni Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Veneto e all’estero.

Le occupazioni per cui sono previste le assunzioni a tempo indeterminato riguardano diverse professioni che si occupano, per vie traverse o dirette, delle tematiche ambientali. Ingegneri per l’ambiente e il territorio, ingegneria energetica e nucleare, gestionale, civile; esperti di economia e fiscalità ambientale ed esperti di pianificazione territoriale, urbanistica ed ambientale e di architettura del paesaggio. Tra le occupazioni, previsti posti anche per esperti di scienze biologiche e biologia marina ed esperti di scienze chimiche, scienze geologiche e geofisiche; ed, infine, esperti di scienze naturali, scienze ambientali, agrarie e forestali ed esperti di scienze statistiche, d’informatica, di società dell’informazione. Si legge, infine, sul sito del Mite: “Tutti i dettagli sono disponibili sul sito del ministero della Transizione Ecologica nella pagina dedicata ai bandi di concorso. Per ogni eventuale aggiornamento e comunicazione i candidati sono invitati a tenersi costantemente aggiornati tramite il sito Ripam“.

LEGGI ANCHE: Aumenta la moria di pesci nel Mar Menor, gli ecologisti lanciano l’allerta

Back to top button