AmbienteCuriosità

Ferrero sempre più sostenibile: packaging riciclabili e riduzione delle emissioni entro il 2030

Il noto brand italiano prosegue implementa una strategia sempre più green con l'obiettivo dell'impatto zero

La Ferrero ha messo in atto la sua strategia green per assumere una connotazione che la trasformi in azienda dai caratteri totalmente sostenibili. Tra i primi obiettivi raggiunti l’approvvigionamento di fave di cacao 100% sostenibili, e di zucchero di canna 100% certificato. Adesso punta a rendere i packaging dei prodotti totalmente sostenibili entro il 2025 e ridurre le emissioni provenienti dalle sue attività entro il 2030. Questo quanto si legge nel 12° Rapporto di Sostenibilità.

Si apprende dal Sole24 che il presidente Giovanni Ferrero ha dichiarato: “La pandemia ha trasformato l’industria e continua a produrre i suoi effetti nel mondo. Il Gruppo ha reagito nel modo migliore, assegnando sempre massima priorità a salute e sicurezza dei dipendenti e dei consumatori“.

Gli obiettivi di Ferrero

La Ferrero ha sottolineato l’attenzione verso la tutela dei lavoratori delle proprie filiere agricole, in particolare dei Paesi meno avanzati. Come si legge sul Sole24, i pilastri che stanno alla base della strategia del Gruppo, proiettata alla sostenibilità, sono quattro: protezione dell’ambiente, approvvigionamento sostenibile degli ingredienti, promozione di un consumo responsabile e valorizzazione delle persone. Sono diversi gli obiettivi che l’azienda si è proposta per il decennio corrente, tra questi la riduzione sostanziale della carbon footprint entro il 2030; un punto approvato dalla Science Based Targets initiative (SBTi) nel 2020. Ciò che si propone di ottenere la Ferrero entro il 2030 è il dimezzamento di tutte le emissioni derivanti dalle proprie attività.

Tra gli elementi essenziali, di cui Ferrero ha preso coscienza è che ha illustrato nel suo Rapporto della Sostenibilità, l’utilizzo di energia rinnovabile per ridurre la carbon footprint; a tal proposito gli stabilimenti europei dell’azienda si sono approvvigionati anche energia elettrica 100% certificata rinnovabile, e il 71,5% di quella acquistata a livello mondiale proviene da fonti rinnovabili. Lapo Civiletti, Ceo del Gruppo Ferrero ha affermato: “La nostra azienda non guarda solo alla produttività. Da sempre, una delle nostre priorità è la tutela di tutti i lavoratori delle filiere agricole. Continuiamo a utilizzare esclusivamente olio di palma 100% certificato Rspo e stiamo completando il processo di transizione per permettere anche alle aziende di recente acquisizione di essere in linea con i nostri standard di approvvigionamento responsabile”; a questo si aggiunge tra gli obiettivi del Gruppo quello di rendere tutti gli imballaggi, entro il 2025, riutilizzabili, riciclabili o compostabili.

LEGGI ANCHE: G20 Ambiente Clima ed Energia: il Ministero della Transazione Ecologica rende noti i punti dell’accordo

Back to top button