Moda

Le nuove scarpe marchiate Lidl: meno hype e più sostenibilità

Grazie ad un piccolo sforzo, non faticherete a ricordare la polemica che durante lo scorso mese di novembre ha coinvolto i supermercati marchiati Lidl. Nel bel mezzo della pandemia infatti la catena di negozi di origine tedesca è stata coinvolta in una serie di avvenimenti poco piacevoli. Diverse sedi in giro per l’Italia di questi supermarket sono state infatti teatro di una serie di assembramenti di persone. Le immagini hanno fatto il giro del Paese, suscitando non poco sgomento nell’opinione pubblica. Il motivo, in quel caso era palese: le scarpe della nuova collezione Lidl potevano essere rivendute sul web a delle cifre esorbitanti.

In quel caso l’hype legato alla release era forse troppo, ed il comportamento delle persone non è stato certamente esemplare in un periodo di crisi sanitaria. Nella giornata di oggi invece la catena di supermercati renderà disponibile una nuova collezione, questa volta marchiata Crivit, di cui probabilmente il mercato del “reselling” si disinteresserà spassionatamente. Nonostante ciò, siamo lieti di potervi riferire di questo lancio, poiché queste calzature vendute da Lidl saranno le prime prodotte al 100% con plastica riciclata dall’azienda.

Lidl al fianco dell’ambiente

Per la precisione, il 75% del materiale tessile utilizzato per la fabbricazione di queste scarpe deriva da da bottiglie pet riciclate con il metodo “convenzionale”. Il restante 25% è invece figlio della plastica raccolta sulle spiagge e negli oceani asiatici, ed è definita Ocean Bound Plastic. 

Come anticipato, le calzature marchiate Lidl saranno disponibili nella maggior parte degli store al modico prezzo di 14,99 euro. Sarà possibile scegliere tra tre varianti di colore, ossia nero, rosa e grigio. Non ci stancheremo mai di sottolineare l’importanza di scelte di questo tipo, volte al benessere ambientale piuttosto che al mero interesse economico. D’altronde Lidl in questo periodo sta facendo il suo in merito a tale questione: ha da poco ampliato la propria flotta di trasporti su strada grazie all’acquisto di con 40 automezzi alimentati a Biometano e Bio-Lng.

 

LEGGI ANCHE: Low fashion e sostenibilità: il rispetto dell’ambiente passa anche dalla moda

Back to top button
Privacy