Il cavolo produce energia circolare: cosa avviene nei campi agrovoltaici

Sicuramente, almeno una volta nella vita vi sarà capitato di sentir parlare dei campi agrovoltaici. Questi ultimi fanno parte delle ultime tecnologie adottate in Italia per produrre energia circolare. Tuttavia nel nostro Paese questo tipo di coltivazione è ancora ad uno stadio emergente e ancora si è alla ricerca di progetti di impianti adatti alla causa. Solo poco tempo fa l’Enea ha proposto di utilizzare le risorse provenienti dal Recovery Found. Utilizzare l’agrovoltaico sarebbe un bel passo avanti per il settore primario italiano, che andrebbe a creare un nuovo binomio tra attività rurali ed energie pulite. Il responsabile del dipartimento fotovoltaico di Enea ha inoltre dichiarato che le piante possono contribuire attivamente alla produzione di energia.

In un campo agrovoltaico infatti, così come ha affermato Ezio Terzini: “Il comune cavolo, ma non solo, ha un’ampia superficie riflettente perché tende al bianco e con una soluzione del genere si potrebbe intercettare la luce di ritorno per produrre altra energia”. Sotto i pannelli fotovoltaici quindi possono accadere numerose conte contemporaneamente. Dalla crescita di piante adatta alla dieta dell’uomo o degli animali, alla produzione di energia pulita.

Un campo agrovoltaico per l’energia green

Come dicevamo anche le piante possono contribuire alla creazione di energia verde. Questo perché, come spiega uno studio sulla lattuga della North Carolina University pubblicato sulla rivista Cell Reports Physical Science, le piante sono in grado di utilizzare anche solo pochissime radiazioni solari per svolgere la fotosintesi.

Economizzando sulle radiazioni disponibili infatti si riescono ad ottenere delle radiazioni solari “di scarto” utilizzabili per produrre energia. Gli ortaggi ottenuti grazie ai pannelli non presentano condizioni diverse da quelli coltivati in campo aperto. Gli scienziati hanno infatti analizzato attentamente entrambi i risultati agricoli promuovendo appieno i pannelli del campo agrovoltaico.

 

LEGGI ANCHE: Curiosità dal clima: ecco quale è stato il temporale più freddo di sempre

Exit mobile version