AmbientePiante

Tre milioni di nuovi alberi nelle città italiane: il progetto di Arbolia

Il verde deve tornare ad essere protagonista della nostra vita. Le piante hanno un ruolo troppo importante nell’ambito della sopravvivenza di tutte le specie che vivono su questo Pianeta, ed è importante prenderne coscienza. Il fatto è che, almeno per ciò che riguarda il suolo italiano, i numeri parlano abbastanza chiaro. Circa un terzo del nostro territorio infatti è coperto di alberi, censiti arbusto più, arbusto meno, nell’ordine di 12 milioni. Il punto è che però questi sono concentrati quasi esclusivamente in ambiti forestali, lasciando “scoperto” il resto del territorio.

Si pensi infatti che, al di fuori dei suddetti contesti, solo il 2% del territorio italiano è “verde“. Una sproporzione incredibile, soprattutto considerando che le città sono il luogo in cui gli alberi sarebbero più necessari visto il loro ruolo naturale di purificatori d’aria. Oggi vogliamo parlarvi di Arbolia, una startup che ha deciso di piantare oltre 3 milioni di nuovi alberi nei contesti cittadini entro il 2030. Grazie a questi, si prevede un assorbimento di un surplus di 200 mila tonnellate di CO2.

Più alberi per le nostre città

Offrendo un servizio che prevede la gestione della manutenzione del verde nei primi due anni, la startup conta di venire incontro alle necessità delle amministrazioni comunali italiane. Non solo: l’intento è quello di coinvolgere il più possibile investitori privati, spronando questi ultimi a bilanciare le emissioni prodotte negli uffici con il finanziamento di un progetto green. Le nostre città hanno sempre più bisogno di alberi ed è bene che la società tutta faccia uno sforzo a tal proposito.

Arbolia spera ovviamente di aver sottostimato il numero di alberi che potrebbero essere piantati nelle città italiane. Non resta che capire come tale progetto verrà accolto: la nostra società verrà messa alla prova e speriamo che il feedback risulti sorprendente.

 

LEGGI ANCHE: Più inquini, più tasse paghi: la rivoluzione negli aeroporti svedesi

Back to top button
Privacy