Animali da compagnia

A Cambridge sono sicuri: in Cina incremento di pipistrelli a causa dei cambiamenti climatici

È proprio vero: i cambiamenti climatici sono una delle più grandi disgrazie che la modernità ci abbia “regalato”. Questi in effetti interessano l’uomo ed il Pianeta su cui vive in una moltitudine di frangenti pressoché infinita. Il punto focale in ogni caso è quello per cui avviene un’alterazione degli equilibri che la natura aveva previsto per la Terra. Gli ecosistemi cambiano, adattandosi ai nuovi standard di calore. Ciò è in grado di provocare delle vere e proprie migrazioni di massa per alcune specie animali, come ad esempio i pipistrelli. Secondo uno studio dell’Università di Cambridge questi sarebbero stati incentivati a spostarsi verso una particolare zona della Cina.

Parliamo peraltro degli animali “incriminati” di aver trasmesso prima ai pangolini e poi agli uomini l’ormai celebre Sars Cov-2. Nella regione cinese dello Yunnan in effetti nell’ultimo secolo si sono verificate delle modifiche sostanziali del patrimonio “verde”:  un’area caratterizzata ad inizio ‘900 da arbusti tropicali oggi vede sorgere un gran numero di savane e boschi di latifoglie. Non a caso parliamo dell’habitat prediletto di alcune specie di pipistrelli che, dunque, hanno proliferato nel giro di un secolo.

Chi semina vento raccoglie tempesta

La ricerca, pubblicata su Science of the Total Environment parla, per la precisione, di ben 40 specie differenti di pipistrelli che, a loro volta, sono portatori di un centinaio di tipologie differenti di Coronavirus.

Secondo le ricostruzioni dello studio inglese temperatura, luce solare e anidride carbonica sono i tre grandi parametri che hanno fatto verificare un sostanziale cambiamento nel giro del secolo preso in esame. La provincia cinese dello Yunnan dunque è diventata habitat pressoché perfetto per i pipistrelli che, inconsapevolmente, hanno contribuito alla pandemia globale che stiamo vivendo.

Retorica e giri di parole sarebbero oltremodo superflui. Ci basti osservare come, di fatto, la stessa emergenza sanitaria che stiamo vivendo da almeno un anno abbia alla sua origine i cambiamenti climatici e conseguentemente l’operato della nostra specie. Chi semina vento raccoglie tempesta.

 

LEGGI ANCHE: L’amicizia indissolubile tra pipistrelli vampiri: cos’è l’altruismo reciproco

 

 

 

Back to top button