AmbienteInquinamento

GLI OCEANI NON SONO MAI STATI COSÌ CALDI: I RISULTATI DELLO STUDIO

Molto spesso ci capita di parlarvi di surriscaldamento globale. Normalmente siamo abituati a concepire quest’ultimo come un innalzamento delle temperature medie in atmosfera. In realtà, stando attenti alla definizione, questa è volutamente generica. L’aria infatti non è l’unica cosa che sta facendo verificare un tale cambiamento. Gli equilibri naturali sono stati intaccati a tal punto che anche gli oceani stanno facendo riscontrare un riscaldamento della temperatura media dell’acqua.

Uno studio oggi ci mette di fronte a questi dati incontestabili e spaventosi. Molti di noi lo ignorano, ma il mare ha una funzione equilibratrice molto importante per il clima della Terra.

L’acqua è sempre più calda

I dati parlano chiaro: i cambiamenti climatici sono legati a doppio filo con il riscaldamento degli oceani mondiali. Questi infatti possono essere inclusi sia all’interno delle cause che nella gamma di conseguenze del suddetto processo. Non è un caso infatti che le misurazioni dell’aria e dell’acqua vadano a braccetto: in entrambi i casi, gli ultimi 5 anni sono quelli in cui le temperature sono state le più alte di sempre.

La ricerca è stata condotta da un pool di esperti internazionali, di cui alcuni italiani. Questi, provenienti dall’istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dall’Enea, hanno pubblicato il lavoro su Advances in Atmospheric Sciences. 

Per rendere l’idea di quanto il riscaldamento degli oceani sia una realtà importante, i ricercatori hanno pensato ad un paragone tanto astruso quanto realista. Rispetto all’anno precedente, nel 2020 gli oceani hanno assorbito una quantità di calore incredibilmente maggiore. Questa è stimata in 20 Zettajoule, l’equivalente calorifico di 630 miliardi di phon accesi H24 per 365 giorni. Insomma: il problema non è assolutamente da sottovalutare.

Back to top button