Rispetto della Natura

UNIVERSITÀ SOSTENIBILE: 6 ATENEI IN ITALIA SONO CONSIDERATI GREEN

Quando parliamo di università, facciamo riferimento al grado di istruzione più alto che la nostra società abbia concepito. Istruzione, appunto, è la parola chiave. Se alla scuola elementare impariamo a leggere e alle medie ad aprire la nostra mente a nuove discipline, in ateneo abbiamo modo di approcciare con il mondo del lavoro e la vita adulta. Certamente dunque l’università deve rappresentare un esempio nel campo della sostenibilità. In un’epoca in cui la questione ambientale è fondamentale, gli atenei devono educare i propri studenti rappresentando un modello da seguire.

Pochi giorni fa è stata resa pubblica GreenMetric 2020. Questa è una graduatoria che include quasi mille campus e che ha come parametro fondamentale il rispetto di alcuni standard ambientali.

Atenei in verde

Tra questi, ovviamente, possiamo trovare l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile, progetti e politiche volti ad un miglioramento dello status quo ambientale e moltissimi altri parametri interessanti. Ciò che rimane fondamentale in ogni caso è l’educazione alla sostenibilità. L’università infatti si deve fare carico di un insegnamento di questa portata, anche visti i tempi e le difficoltà che stiamo vivendo.

Essere nelle prime cento posizioni di questa classifica equivale a dire che gli standard rilevati raggiungono dei livelli ritenuti in linea con le necessità che la nostra epoca evidenzia. Considerato che il totale analizzato è di 922 campus, alcune università italiane possono essere annoverate tra le migliori nel campo della sostenibilità ambientale.

Tra queste, indubbiamente, quella che spicca è la Alma Mater Studiorum di Bologna. Oltre ad essere l’ateneo più antico al mondo, questa università rappresenta il top di gamma per quanto riguarda la sostenibilità negli istituti italiani. Occupa infatti la decima posizione mondiale.

Gli altri cinque atenei nazionali inseriti in questa particolare graduatoria sono: l’Università di Torino (22ª al mondo), Politecnico di Torino (25ª), Università dell’Aquila (40ª), Luiss (43ª) e Università di Genova (55ª).

 

Back to top button