Animali da compagniaCuriosità

COME CALCOLARE L’ETÀ DEI CANI? UNO STUDIO AMERICANO PROPONE UN NUOVO CONTEGGIO

Il mondo animale ha un fascino davvero molto particolare. Madre natura infatti è stata capace di creare una moltitudine di specie totalmente differenti tra loro, ognuna con delle caratteristiche peculiari ed interessanti in egual modo.

Inevitabilmente l’uomo, durante la sua convivenza con questi ultimi, ha riscontrato delle preferenze nel rapporto che si è instaurato con alcuni di questi. Negli ultimi secoli in effetti è diventato sempre più frequente trovare uno di quelli che oggi definiamo “animali da compagnia” all’interno degli appartamenti. Soprattutto recentemente la gamma dei cosiddetti pets si è ampliata, ma gatto e soprattutto cane rimangono i migliori amici dell’uomo.

Orologio biologico differente

Spesso si è disquisito rispetto al calcolo dell’età di questi animali: la curiosità di avere un confronto con quella umana effettivamente è molta. In questo frangente poi nascono alcune leggende che non fanno altro che alimentare la disinformazione. Pensiamo ad esempio al gatto, che con le sue sette vite risulterebbe pressoché immortale.

Chi invece possiede un cane ha sempre saputo che l’operazione da compiere è quella di moltiplicare per sette ogni anno umano. Oggi, una ricerca apparsa sul Wall Street Journal, ha voluto mettere nuova carne sul fuoco.

Secondo questo metodo, l’invecchiamento dei cani rallenta con il passare degli anni, mentre è davvero celere nei primi due anni di vita: questi infatti andrebbero contati come se fossero 24 per gli umani. A questo punto entra in gioco un’altra variabile: la dimensione del cane. È risaputo infatti che, in linea di massima, maggiore è la taglia, più la vita sarà breve.

Prendiamo l’esempio del bassotto che potete osservare nell’immagine in evidenza: dopo 3 anni solari avrà l’equivalente di 29 anni, dopo quattro 33 e così via. Ora non resta che munirvi di calcolatrice per scoprire quanti anni ha il vostro fedele amico!

Back to top button