AmbienteEnergiaFeatured

ENERGIE RINNOVABILI: IL 2020 FA SEGNALARE NUMERI STREPITOSI NONOSTANTE LA PANDEMIA

Ci capita molto spesso di affermare che il nostro Pianeta sia arrivato ad un punto in cui il nostro aiuto è indispensabile. Questo genere di discorsi in realtà ci regala un sorriso abbastanza amaro: sembra assurdo infatti dover effettuare un richiamo alla nostra specie nei confronti di un qualcosa che dovrebbe far parte della quotidianità.

Questa presa di coscienza, sembra essere finalmente arrivata. “Meglio tardi che mai” direbbero in tanti, ed effettivamente è proprio così. Sembra infatti essere ufficiale la virata definitiva della nostra specie rispetto all’utilizzo dei combustibili fossili. Si tratta in tutto e per tutto di una transizione: viene da se che non possiamo parlare di un cambiamento drastico. I numeri dell’anno in corso però, nonostante il Covid, fanno davvero ben sperare.

Qualcosa di positivo

La pandemia paradossalmente sembra aver dato nuova linfa a questo genere di conversione. Moltissimi Stati sparsi per tutto il globo, successivamente al periodo di lockdown totale, hanno lanciato una moltitudine di incentivi green. Il rapporto tra l’uomo e la Terra infatti deve essere più simile ad una simbiosi che a una vera e propria lotta di potere.

Negli scorsi giorni è stato pubblicato Renewables 2020, rapporto annuale redatto dall’Agenzia internazionale per l’energia (IEA). All’interno di quest’ultimo sono segnalati dei numeri che fanno davvero ben sperare rispetto alla già citata transizione energetica.

All’interno delle pagine di questo documento infatti viene spiegato come durante il 2020 l’energia elettrica generata da fonti rinnovabili sia aumentata per circa un 7%. Il tutto è accompagnato da una previsione: nel 2024 assisteremo al sorpasso di fotovoltaico ed eolico rispetto al carbone e ai gas naturali.

Back to top button