Sui social, negli ultimi anni, sta prendendo sempre più piede la moda del lamentarsi dell’arrivo del lunedì. Effettivamente questo è uno dei giorni meno amati dell’intera settimana, visto il suo essere subito successivo al weekend. Sabato e domenica infatti sono, per la maggior parte di noi, il momento in cui staccare dalla routine lavorativa.

Dedicarsi al riposo e alle faccende casalinghe è certamente qualcosa di meritato dopo cinque giorni vissuti ai ritmi snervanti della vita moderna. Ogni persona ha la sua preferenza, ma in generale è possibile affermare che durante il weekend tutti prendiamo con più comodo la questione sveglia. Sorge spontanea la curiosità di capire come funzionano i ritmi del mondo animale.

Buonanotte ai sognatori

La nostra specie evoluta, ovvero l’Homo Sapiens, per una vita sana necessita di dormire circa 7/8 ore al giorno. A seconda del lavoro, delle abitudini e delle preferenze c’è chi queste le dorme di notte (la maggior parte) e chi le spezza in varie tranches. Esiste anche chi tende a forzare questo orologio biologico, non rinunciando ad impegni notturni e dovendo rispettare una sveglia molto mattutina. Certamente arriva un momento in cui il collasso smette di essere un’ipotesi, e a quel punto le ore di sonno da recuperare saranno un bel po’.

--pubblicità--

In natura, rispetto a questa variabile, conosciamo una varietà davvero molto sorprendente. Ad esempio, la giraffa in media dormo 1 ora e 54 minuti al giorno, non necessariamente di notte e ad intervalli di 5 minuti. Il pipistrello sfiora le 20 ore giornaliere di sonno, mentre il koala in cattività può arrivare anche ad un pisolino lungo 22 ore.

Il dato certamente più sorprendente però è sicuramente quello relativo alle balene. Queste infatti, secondo alcuni studi, dormono una media di 30 minuti cumulati ogni giorno. Gli animali marini sono i meno studiati sotto questo aspetto per ovvie ragioni. Speriamo infatti di potervi riportare presto nuove cifre interessanti.