In molti, durante questo periodo che precede l’avvento dell’autunno, stanno riscontrando un problema abbastanza insolito. Durante la doccia quotidiana infatti, necessaria per togliersi da dosso la sensazione di caldo estremo tipica dei mesi estivi, può capitare di osservare delle ciocche di capelli nello scarico.

Perdere qualche pelo è del tutto normale, ma in questo periodo la sensazione è differente. Sembra infatti che questo processo avvenga con una costanza e in quantitativi nettamente superiori alle medie. Vogliamo rassicurarvi prima che possiate pensare male: è qualcosa di totalmente previsto, dovuto al cambio di stagione che ci prepariamo ad affrontare. Vediamo però perché avviene

Niente panico

Come detto dunque, il fatto di perdere capelli con una frequenza nettamente maggiore rispetto al solito durante il cambio di stagione è normalissimo. Si tratta di un processo fisiologico che avviene ogni volta che il clima cambia in maniera drastica.

--pubblicità--

Se c’è un momento in cui poi tutto ciò è ancora più accentuato, è proprio il passaggio dall’estate all’autunno. Il capello infatti tende ad irrigidirsi durante il mese di settembre, diventando molto più soggetto alla caduta nel momento in cui ci laviamo con uno shampoo.

Pensandoci, l’autunno è la stagione in cui ogni organismo animale vive qualcosa di simile. Prendiamo ad esempio le piante: le foglie si seccano e cadono a terra. Il medesimo discorso vale per la muta di alcuni animali. Il capello in ogni caso ha un suo ciclo di vita, per nulla affatto infinito. Mediamente infatti, per ogni capello che cade è già pronto a nascere il suo sostituto. Insomma, niente panico, è tutto sotto controllo.