Il mare è uno dei più grandi vanti del nostro territorio. L’Italia infatti è una delle mete preferite per le vacanze dai turisti di tutto il mondo. La gente qualunque ama attraversare lo stivale in lungo ed in largo, andando alla ricerca di esperienze che possano aggradare le proprie passioni.

I vip invece, data la situazione derivata dalla pandemia di Coronavirus, quest’anno stanno affollando più che mai le spiagge delle due isole più grandi e famose d’Italia: Sicilia e Sardegna. Quest’ultima, ricca di bellezze naturali, durante l’estate 2020 ha presentato una novità faunistica particolare. Nelle acque del nord ovest sta nuotando un animale davvero insolito

Una nuova amica

L’associazione Crama, durante una perlustrazione sulla condizione dei cetacei nella zona est della Sardegna, ha incontrato una clamorosa novità. Si tratta di una balenottera comune, lunga circa 18 metri, ospite insolita per queste acque.

--pubblicità--

Questo avvistamento è un ulteriore prova dell’importanza del Santuario dei cetacei, come area di presenza di questi straordinari animali, che ha come limite meridionale proprio le acque dell’Asinara e di Capo Falcone

Il Parco Nazionale dell’Asinara, in questo senso, è uno dei luoghi che ospitano il maggior numero di animali marini di questo tipo. La Balaenoptera physalus, nonostante sia una specie abbastanza presente nelle acque del Mar Mediterraneo, all’Asinara è una novità assoluta. Le acque sarde si confermano ancora una volta una garanzia per poter ammirare una fauna marittima eterogenea, oltre ad essere apprezzate a livello turistico.

L’origine di questa balenottera è tuttora sconosciuta, occorreranno infatti ulteriori osservazioni per capire la provenienza del cetaceo che in questi giorni sta attirando l’attenzione di tutti.