Il panorama artistico statunitense non è certamente nuovo a dinamiche che con musica e cinema hanno realmente poco a che fare. La politica infatti è certamente una delle attività che più ispira le celebrità con un background di livello internazionale.

Si pensi a Ronald Reagan, quarantesimo presidente della storia USA negli anni ’80: tra il 1937 ed il 1964 partecipò come attore a più di cinquanta pellicole hollywoodiane per poi finire a ricoprire una delle cariche più importanti e di responsabilità dell’intero Pianeta. In questo caso, ciò che vogliamo raccontarvi riguarda Alioune Badara Thiam, in arte Akon, cantautore, rapper e produttore discografico americano di origini senegalesi.

Crypto-utopia

L’autore della celebre hit “Lonely” (2004), ha deciso di sviluppare un progetto per lo sviluppo di una città ultra tecnologica nella patria di suo padre, anch’egli musicista. L’idea per la realizzazione di Akon City è a lungo termine, con diverse fasi che si susseguiranno fino ad arrivare alla conclusione tra circa 10 anni. Parliamo di qualcosa di ultra eco-responsabile e dedito alla cura della popolazione, con poli ospedalieri e centri ricreativi per le persone in difficoltà.

--pubblicità--

Le cifre non sono ufficiali, ma si parla di un investimento da circa 6 miliardi di dollari. Questo proietta certamente la popstar in una dimensione completamente nuova. Una particolarità sarà certamente quella della “moneta” che verrà utilizzata ad Akon City. All’interno dell’area di 2.000 acri infatti circolerà esclusivamente la Akoin, una criptovaluta pensata per l’occasione.

Il progetto ha il totale appoggio delle autorità senegalesi: il primo sostenitore è addirittura il Presidente Macky Sall. La curiosità è molta e le idee sono alquanto particolari: chissà che tra un decennio questa non sia una realtà affermata e magari replicabile.