Negli ultimi anni la cucina cinese ha spopolato davvero in ogni parte del mondo. Le tradizioni culinarie di questo bellissimo paese dell’Asia orientale hanno conquistato il cuore di tantissimi. Molti vorrebbero cimentarsi nel preparare qualche pietanza tipica, ma spesso trovare qui in Italia tutti gli ingredienti potrebbe essere difficoltoso.

Oggi vogliamo illustrarvi invece una ricetta molto semplice e per di più adatta anche a chi ha scelto di non mangiare prodotti di origine animale. Stiamo senza ombra di dubbio parlando del riso alla cantonese, uno dei piatti più golosi e interessanti cinesi.

Come preparare

Il riso alla cantonese vegano è una pietanza ricca e completa: insomma può benissimo essere considerato un piatto unico ed equilibrato. La sua preparazione non è particolarmente laboriosa e basteranno circa quaranta minuti per avere una buona porzione di questo piatto tipico sulla propria tavola.

--pubblicità--

Per quattro persone occorrono: 360 grammi di riso bianco o integrale, due zucchine grandi, due carote, uno scalogno, 250 g di piselli già cotti, una frittata di due uova e un panetto di tofu al naturale. Per condire alla fine invece basterà un goccio di olio extravergine d’oliva e abbondante salsa di soia.

La prima operazione ovviamente sarà quella di bollire il riso, che poi dovrà essere scolato e messo in una boule capiente. Le verdure invece dovranno essere sminuzzate insieme al tofu per essere scottate in una padella antiaderente per qualche minuto. Unire la frittatina di uova e i piselli già cotti alle altre verdure e condire con una dose generosa di olio e di soia. Infine basterà mescolare attentamente il composto ottenuto al riso per poter gustare il tutto. Buon appetito!