Nonostante certe volte alcune notizie possano sembrarci ai limiti del credibile, per l’ennesima volta siamo incappati in una novità sconcertante. Inspiegabilmente infatti, nonostante il nostro Pianeta si abitato per la maggior parte del suo territorio dall’uomo, ci troviamo di fronte ad una specie animale mai osservata prima.

“Gli invidiosi diranno Photoshop“, come si suol dire al giorno d’oggi. Effettivamente, osservando le immagini e conoscendo le potenzialità grafiche che si hanno oggi con un computer un sospetto del genere sarebbe quasi lecito. Ma non c’è nessun ritocco, quello che stiamo per introdurvi è un animale particolare ed unico nell’intero panorama mondiale: parliamo dello scoiattolo gigante di Malabar.

Come l’iride

Parliamo di una delle varianti di dimensioni più grandi del tipico roditore mangia-ghiande. Questo può arrivare infatti a misurare circa un metro tra corpo e coda lunghissima. La sua origine è quella introdotta nel titolo: l’India.

--pubblicità--

La peculiarità caratteristica però riguarda il pelo: solitamente questo è composto da due colori primari. Molto spesso però la genetica ci mostra le sue potenzialità, aggiungendo altre tonalità differenti. Se per alcune come il beige e il “ruggine” non ci sorprendiamo, la nostra reazione è certamente diversa quando parliamo di blu e viola.

Si tratta di un animale davvero agile: sembra che i suoi salti alla ricerca di cibo possano arrivare addirittura a misurare 6 metri di lunghezza. Nel dubbio in ogni caso il numero di esemplari è in forte riduzione negli ultimi anni. In questo frangente i numeri dipendono dalla pelliccia, che infatti è bramata da moltissime maison di moda, e dalla modificazione del suo habitat naturale avvenuta negli ultimi anni.