Siamo abituati a pensare alle formiche come dei simpatici insetti completamente dediti al lavoro e al gioco di squadra. Effettivamente è così, ed alcuni film di animazione come “Z la formica” (1998) hanno contribuito a formare questo pensiero comune.

Parliamo di fatto di un animale davvero molto organizzato e soprattutto realmente votato al lavoro che la comunità gli impone. In maniera insospettabile, viste le dimensioni, è anche davvero forte: riesce a sollevare infatti carichi che vanno oltre 100 volte il proprio peso. Quando però vediamo la nostra cucina invasa da questi piccoli insetti, ci dimentichiamo puntualmente di tutta la stima che nutriamo nei loro confronti. Effettivamente non tutte le specie di formiche si fanno ben volere, ed alcune possono anche arrivare a pungere un umano.

Molesta di nome e di fatto

Esiste una specie di formiche, le Solenopsisdivenuta celebre per una caratteristica non esattamente comune. Parliamo della puntura, che talvolta può essere estremamente dolorosa. Queste, con termine colloquiale, sono definite “formiche di fuoco“. Ne esiste però una sottocategoria che adotta dei comportamenti realmente fuori dal comune.

--pubblicità--

Parliamo della Solenopsis molestaprettamente di piccole dimensioni e che vive soprattutto rintanata sotto terra. Una ricerca della University of Central Florida ha voluto puntare la luce sulle capacità che queste formiche mostrano per cacciare le prede in assenza della possibilità di pungerle.

Sembra che queste, sfruttando proprio la dimensione più piccola rispetto alla media della specie, facciano razzia delle neonate rintanandosi per consumarle come pasto in luoghi inaccessibili al resto delle formiche. Non è un caso dunque che i risultati dello studio mostrino un aumento della popolazione della specie “classica” a discapito della Solenopsis molesta e viceversa. Insomma, è un mondo tutto da scoprire.