La natura delle volte sa regalare degli spettacoli senza eguali. Il mondo animale ad esempio è al centro dell’attenzione da sempre. I nostri “compagni di viaggio” su questo pianeta costituiscono una realtà molto interessante che ci ha da sempre appassionato studiare.

I loro comportamenti non sono mai banali. Il più delle volte, quando osserviamo una bestia selvatica, ci rendiamo conto di quelli che sono gli impulsi primordiali che la caratterizzano. Non avere un addestramento umano li rende in qualche maniera “puri“. Durante il periodo di lockdown, in moltissime zone del mondo si è verificato un avvenimento tanto piacevole quanto in qualche maniera pericoloso. Molti animali selvatici si sono avvicinati alle grandi città, motivati dalla scarsa presenza umana in giro per le strade.

Sono un cane?

Proprio durante questo periodo di pandemia, nelle campagne di Firenze, è divenuto famoso un daino che evidentemente crede di essere un cane. La famiglia che lo ha “adottato” è incappata in questo animale che si trovava in una zona verde, spinto proprio dall’assenza di potenziali pericoli.

--pubblicità--

Il daino, soprannominato Bob, momentaneamente esce a passeggio molto frequentemente con la famiglia che lo ha preso in simpatia. Anzi, addirittura, preso dall’entusiasmo, si comporta in maniera molto simile ad un cane da compagnia. Chiede le coccole, riporta la palla e scorrazza in giro per il parco.

Divertentissimo è il rapporto con Charlie, il cane di proprietà della famiglia. Questo, precedentemente all’incontro era considerabile un cane da caccia. Ora invece gioca ed abbaia al suo amico daino. Una storia che mette il sorriso sui nostri volti, senza dubbio.