Sappiamo benissimo che per vivere in maniera sana è consigliabile praticare attività sportiva nel tempo libero e soprattutto avere una corretta alimentazione. Il nostro organismo, come la maggior parte delle cose in Natura, ha un suo equilibrio. Questo va rispettato ed assecondato, in maniera da non inficiare in maniera negativa sul suo sviluppo.

La gamma di sostanze nutritive è molto ampia, ed ognuna ha una o più peculiarità per cui l’organismo non ne può fare a meno. In linea di massima l’uomo sarebbe onnivoro proprio per questo motivo, ma nulla esclude di compiere una scelta differente come quella di diventare vegetariani o vegani. Il concetto fondamentale rimane in ogni caso quello di una nutrizione completa, che veda tutti gli elementi necessari presenti nella dieta scelta.

Ve lo aspettavate?

Proprio la dieta vegetariana, tendenzialmente più sana e leggera delle altre, negli ultimi anni ha preso il largo nella popolazione italiana. Secondo un’indagine compiuta da “Essere Animali“, una onlus italiana nata per la difesa dei diritti di questi ultimi, il consumo di carne rossa nel nostro paese è sceso del 7% nell’ultimo decennio.

--pubblicità--

Il report mette in luce tre principali cambiamenti: 1) diminuzione del consumo di carne rossa; 2) vistoso crollo della macellazione di alcune specie; e 3) graduale ma costante sostituzione del latte con alternative vegetali.

Contestualmente, i dati mettono in mostra un aumento per quanto riguarda il consumo di carne bianca, specialmente quella del pollo. Nulla di sorprendente se pensiamo a chi si allena con frequenza: la carne bianca è consigliata per migliorare i risultati in questo campo. Anche i dati relativi al consumo di pesce sono sorprendenti: rispetto al 2010, oggi se ne consuma circa il 33% in più.