Durante questo periodo chiusi dentro casa abbiamo imparato a dare un valore diverso al tempo. Abituati ad una vita dai ritmi serrati e snervanti, ci siamo ritrovati a riflettere su come fosse possibile provare un senso di noia dovuto alla “mancanzadi impegni.

Nulla di così spaventoso, è comprensibile. Trovarsi immersi da un giorno all’altro in una realtà distopica non è certamente una cosa facile da assimilare. Con il passare dei giorni abbiamo dunque compreso come passare le nostre giornate al meglio. Come succede con qualunque cosa nella vita, l’abitudine ed i ritmi sono fondamentali. Ed ecco che magicamente, oggi che le misure di distanziamento sociale sono state leggermente allentate, ci è capitato di osservare immagini divertenti. La più simpatica, apparsa sui social network, è stata sicuramente quella in cui una persona imbronciata affermava: “Conte ha detto che da oggi posso uscire? E a me ora non va più!”.

In vaso, per tutti

Per moltissimi italiani, rimanere chiusi dentro casa ha significato stazionare all’interno del proprio appartamento per quasi due mesi. I più fortunati in questo periodo sono stati coloro muniti di un giardino casalingo. Il sole, il caldo e le belle giornate hanno indubbiamente aiutato a trascorrere bei momenti con la nostra famiglia.

--pubblicità--

Una buona idea, in questa stagione, può essere cominciare a coltivare una pianta di limoni in vaso. Per questa non occorre necessariamente un giardino, ma può bastare anche un balcone abbastanza soleggiato. Ciò di cui dovrete preoccuparvi sarà fondamentalmente l’irrigazione giornaliera durante il periodo estivo. Durante i mesi invernali invece sarà importante proteggere la vostra pianta con un telo di tessuto antigelo acquistabile su internet o dal vostro vivaio di fiducia. Non c’è nulla di più soddisfacente di condire una pietanza spremendo un limone frutto del vostro pollice verde!